Granny Smith

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mela verde "Granny Smith"
Granny smith and cross section.jpg
Un esemplare di mela "Granny Smith" visto per intero e in sezione trasversale.
Origini
IPA[ˈɡɹæni smɪθ]
Altri nomiGranny Smith
Luogo d'origineAustralia Australia
RegioneNuovo Galles del Sud
DiffusioneMondiale
Dettagli
Categoriaortofrutticolo
SettoreProdotti vegetali allo stato naturale o trasformati

La mela verde Granny Ramsey Smith, nota comunemente come Granny Smith (pronuncia inglese /ˈɡɹæniˌsmɪθ/[1][2]; pronuncia italiana /ˌɡrɛnniˈzmit/[3]), è una tipica cultivar, ossia una varietà funzionalmente coltivata, di mela verde.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Mele prossime alla maturazione in coltura

Questa varietà appartiene alla categoria[N 1] in cui l'albero fruttifica sia all'estremità dei rami (misti e fruttanti) che lungo il resto di questi, lasciando i frutti pendenti e richiedendo poco o per niente interventi di potatura[4].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Una fotografia dell'epoca con Maria Ann Smith in un ritratto di famiglia.

La cultivar è originaria dell'Australia, la tradizione vuole che sia stata scoperta e diffusa da Maria Ann Smith, con il cui soprannome Granny Smith la neonata varietà sarebbe stata in seguito conosciuta in tutto il mondo[5].

Si tratta di un ibrido del melo selvatico col melo ottenuto casualmente in natura, propagato poi dalla Smith[6]. La plantula originaria pare che sia derivata da un semenzale di French Crab, un'antica varietà autoctona francese di melo selvatico europeo.

Si diffuse rapidamente in Nuova Zelanda, poi nel Regno Unito (a partire dal 1935) e solo dal 1972 negli Stati Uniti d'America.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Annotazioni[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tale categoria, riferita ai meli, è chiamata in inglese partial tip-bearing apple trees.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) "Granny", su dictionary.cambridge.org. URL consultato il 28 dicembre 2021.
  2. ^ (EN) "Smith", su dictionary.cambridge.org. URL consultato il 28 dicembre 2021.
  3. ^ Luciano Canepari, Granny Smith, in Il DiPI – Dizionario di pronuncia italiana, Zanichelli, 2009, ISBN 978-88-08-10511-0.
  4. ^ (EN) Apple Fruiting (PDF), su royaloakfarmorchard.com, p. 31. URL consultato il 28 dicembre 2021.
  5. ^ (EN) Megan Martin, Smith, Maria Ann (1799–1870), su adb.anu.edu.au. URL consultato il 28 dicembre 2021.
  6. ^ (EN) Who was the real Granny Smith?, su bbc.com, 20 ottobre 2018. URL consultato il 28 dicembre 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]