Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Granduca Gorgon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Granduca Gorgon
UniversoGrande Mazinga
Nome orig.ゴーゴン大公 (Gōgon Taikō)
Lingua orig.Giapponese
1ª app.1974
app. it.1979
Voci italiane
SessoMaschio
Luogo di nascitaMicene

Granduca Gorgon (ゴーゴン大公 Gōgon Taikō?) è un personaggio immaginario antagonista degli anime Mazinga Z e Grande Mazinga, creati dallo sceneggiatore Go Nagai.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gorgon è il personaggio che fa da anello di congiunzione tra le due serie. La sua prima comparsa avviene negli episodi finali di Mazinga Z: egli è uno dei Micenei, l'antico popolo che è stato costretto a rifugiarsi nelle profondità della terra in seguito ad alcuni cataclismi. Qui essi sono stati governati per secoli dal principe Kerubinus, finché quest'ultimo è stato detronizzato dal Generale Nero, che ha poi sottoposto tutto il suo popolo a una sorta di robotizzazione. L'aspetto che ha preso Gorgon dopo tale processo può ricordare quello di un centauro: egli conserva i tratti originari nella testa e nella parte superiore del busto, mentre il resto del corpo è quello di una tigre meccanica. Il dottor Inferno o Hell, che ha individuato la sede sotterranea dei Micenei, promette loro di farli ritornare in superficie e in cambio chiede di essere aiutato nella lotta contro Mazinga Z e nella conquista del mondo. Il granduca, che dei Micenei è l'ambasciatore, accetta l'accordo e gli presta i propri mostri guerrieri. In Mazinga Z, Gorgon è l'unico degli aiutanti di Hell a sopravvivere: nel finale sembra abbandonare lo scienziato al suo destino di morte. Egli riappare nel Grande Mazinga, dove viene ucciso durante una battaglia contro il nuovo robot terrestre. Dopo la sua morte, si scoprirà che Hell è ancora vivo: questi era stato infatti raccolto da Gorgon mentre era in fin di vita, e portato nel luogo in cui vivono i Micenei. Hell sarà poi risvegliato dall'Imperatore delle Tenebre, il supremo capo dei Micenei.