Granadero Baigorria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Granadero Baigorria
città, comune
Granadero Baigorria – Stemma
Granadero Baigorria – Veduta
Granadero Baigorria – Veduta
Localizzazione
StatoArgentina Argentina
ProvinciaBandera de la Provincia de Santa Fe.svg Santa Fe
DipartimentoRosario
Amministrazione
SindacoAdrián Maglia (Provvisorio) (PJ - FPV) dal 10/12/2011
Territorio
Coordinate32°51′S 60°42′W / 32.85°S 60.7°W-32.85; -60.7 (Granadero Baigorria)
Altitudinem s.l.m.
Superficie12 km²
Abitanti37 333[1] (2010)
Densità3 111,08 ab./km²
Altre informazioni
LingueSpagnolo
Cod. postaleS2152
Prefisso0341
Fuso orarioUTC-3
Nome abitantiBaigorrensi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Argentina
Granadero Baigorria
Granadero Baigorria
Sito istituzionale

Granadero Baigorria è una città argentina situata nell'area metropolitana della Grande Rosario, nella provincia di Santa Fe.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Granadero Baigorria si trova sulla riva destra del fiume Paranà, 10 km a nord del centro città di Rosario.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il suo clima è umido e caldo durante la maggior parte dell'anno. Esso viene classificato come clima caldo pampeano: presenta cioè quattro stagioni miti.

La stagione più calda dura da ottobre ad aprile, con temperature che vanno da 18 °C a 36 °C, e quella più fredda dai primi di giugno[2] alla prima metà di agosto, con temperature medie minime di 5 °C e massime di 16 °C. Le temperature medie annuali oscillano tra 10 °C e 23 °C. Piove di più in estate che in inverno, con un volume totale delle precipitazioni compreso tra 800 e 1300 mm all'anno, variabile a seconda dell'emiciclo climatico (umido nei periodi tra il 1870 e il 1920 e tra il 1973 e il 2020, secco tra il 1920 e il 1973).

Le precipitazioni estreme sono rarissime. In particolare la neve è un fenomeno eccezionale: l'ultima nevicata si è verificata il 9 luglio 2007, la penultima nel 1973, e la terz'ultima nel 1918.

Un rischio reale è costituito dalle trombe d'aria e dalle tempeste violente, più frequenti tra ottobre e aprile. Questi fenomeni sono generati dall'incontro della massa d'aria umida e calda proveniente dal nord del paese con quella fredda e secca proveniente dai territori argentini meridionali.

L'Umidità relativa media annuale è del 76%.

Sismicità[modifica | modifica wikitesto]

L'ultimo terremoto si verificò alle 3:20 UTC-3, del 5 giugno 1888 (terremoto del Río de la Plata del 1888) con una magnitudo di circa 4,5 gradi sulla scala Ritcher.[3] La regione insiste sulle sottofaglie del Paraná e del Río de la Plata e sulla faglia di Punta del Este, quest'ultima dotata di bassa sismicità.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La fondazione della località viene fatta risalire al 1884, quando Don Lisandro Paganini destinò una parte dei suoi possedimenti alla costruzione di una stazione della Ferrovia Centrale Argentina. Cinque anni dopo fu approvato il piano ufficiale della città, che si sviluppava lungo la linea ferroviaria. La prima lottizzazione venne eseguita intorno alla stazione, nell'area che comprende gli attuali quartieri Centro e San Miguel. Nel 1950 la cittadina, fino ad allora conosciuta come Pueblo Paganini fu ribattezzata Granadero Baigorria.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Granadero Baigorria è attraversata in senso nord-sud dalla strada nazionale 11 ed è inoltre servita da uno svincolo sull'autostrada Rosario-Santa Fe.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 3,1
  2. ^ [1]
  3. ^ Listado de Terremotos Históricos, su inpres.gov.ar, Instituto Nacional de Prevención Sísmica, 9 marzo 2009. URL consultato il 24 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2011).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305938697 · LCCN (ENn2014000364
  Portale Argentina: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Argentina