Gran Premio motociclistico d'Austria 1982

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Austria GP d'Austria 1982
344º GP della storia del Motomondiale
2ª prova su 14 del 1982
Track map for Salzburgring in Austria.svg
Data 2 maggio 1982
Nome ufficiale 24° GP d'Austria
Luogo Salzburgring
Percorso 4,241 km
Circuito permanente
Risultati
Classe 500
302º GP nella storia della classe
Distanza 28 giri, totale 122,970 km
Pole position Giro veloce
Nuova Zelanda Graeme Crosby Italia Marco Lucchinelli
Yamaha in 1'25.49 Honda
Podio
1. Italia Franco Uncini
Suzuki
2. Regno Unito Barry Sheene
Yamaha
3. Stati Uniti Kenny Roberts
Yamaha
Classe 350
274º GP nella storia della classe
Distanza 26 giri, totale 110,250 km
Pole position Giro veloce
Belgio Didier de Radiguès Germania Anton Mang
Chevallier in 1'30.77 Kawasaki
Podio
1. Francia Éric Saul
Chevallier
2. Germania Anton Mang
Kawasaki
3. Francia Patrick Fernandez
Yamaha
Classe 125
301º GP nella storia della classe
Distanza 22 giri, totale 93,3 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Hans Müller Austria August Auinger
MBA MBA
Podio
1. Spagna Ángel Nieto
Garelli
2. Austria August Auinger
MBA
3. Italia Pier Paolo Bianchi
Sanvenero
Classe sidecar
210º GP nella storia della classe
Distanza 22 giri, totale 93,3 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Rolf Biland Svizzera Rolf Biland
LCR-Yamaha LCR-Yamaha
Podio
1. Svizzera Rolf Biland
LCR-Yamaha
2. Francia Alain Michel
Seymaz-Yamaha
3. Germania Ovest Werner Schwärzel
Seymaz-Yamaha

Il Gran Premio motociclistico d'Austria fu il secondo appuntamento del motomondiale 1982, si trattò dell'undicesima edizione del Gran Premio motociclistico d'Austria valido per il motomondiale.

Si svolse il 2 maggio 1982 a Salisburgo e gareggiarono le classi 125, 350, 500 oltre ai sidecar. Ottennero la vittoria Franco Uncini in classe 500, Éric Saul in 350, Ángel Nieto in 125, l'equipaggio Rolf Biland-Kurt Waltisperg tra le motocarrozzette[1][2].

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

Prima vittoria nel motomondiale per l'italiano Franco Uncini che sulla sua Suzuki ha preceduto sul traguardo le due Yamaha ufficiali del britannico Barry Sheene e dello statunitense Kenny Roberts.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Italia Franco Uncini Suzuki 39:47.20 10 15
2 Regno Unito Barry Sheene Yamaha +4,93 2 12
3 Stati Uniti Kenny Roberts Yamaha +18,62 3 10
4 Nuova Zelanda Graeme Crosby Yamaha +21,21 1 8
5 Paesi Bassi Boet van Dulmen Suzuki +40,22 5 6
6 Finlandia Seppo Rossi Suzuki +1:10.86 18 5
7 Stati Uniti Randy Mamola Suzuki +1:30.56 14 4
8 Italia Leandro Becheroni Suzuki +1 giro 39 3
9 Giappone Takazumi Katayama Honda +1 giro 24 2
10 Svizzera Andreas Hofmann Suzuki +1 giro 7 1
11 Italia Guido Paci Yamaha +1 giro 22
12 Sudafrica Jon Ekerold Suzuki +1 giro 19
13 Svizzera Philippe Coulon Suzuki +1 giro 25
14 Italia Graziano Rossi Yamaha +1 giro 17
15 Germania Reinhold Roth Suzuki +1 giro 30
16 Regno Unito Steve Parrish Yamaha +1 giro 33
17 Italia Virginio Ferrari Suzuki + 2 giri 28
18 Austria Josef Ragginger Suzuki + 2 giri 32
19 Austria Hans Steinhögl Suzuki + 2 giri 20

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Regno Unito Chris Guy Suzuki 31
Sudafrica Kork Ballington Kawasaki 11
Italia Walter Migliorati Suzuki 26
Regno Unito Keith Huewen Suzuki 36
Francia Bernard Fau Suzuki 23
Germania Josef Hage Suzuki 35
Nuova Zelanda Stu Avant Suzuki 16
Paesi Bassi Jack Middelburg Suzuki 13
Svizzera Sergio Pellandini Suzuki 29
Italia Marco Lucchinelli Honda 9
Germania Gustav Reiner Suzuki 6
Svezia Peter Sjöström Suzuki 38
Paesi Bassi Peter Looijesteijn Suzuki 15
Italia Giovanni Pelletier Morbidelli 21
Svizzera Michel Frutschi Sanvenero 37
Austria Fritz Kerschbaumer Yamaha 34
Italia Marco Papa Suzuki 27
Francia Marc Fontan Yamaha 4
Stati Uniti Freddie Spencer Honda 12
Italia Loris Reggiani Suzuki 8

Classe 350[modifica | modifica wikitesto]

Seconda vittoria nel motomondiale (prima in questa classe) per il pilota francese Éric Saul che precede il campione mondiale in carica, il tedesco Anton Mang e l'altro francese Patrick Fernandez.

Dopo le prime due prove disputate, in testa alla classifica iridata è proprio Saul che precede il venezuelano Carlos Lavado e Mang.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Francia Éric Saul Chevallier 37.26.57 7 15
2 Germania Anton Mang Kawasaki 37.26.79 15 12
3 Francia Patrick Fernandez Yamaha 37.27.74 3 10
4 Austria Siegfried Minich Rotax 37.27.84 9 8
5 Svizzera Jacques Cornu Yamaha 37.51.91 5 6
6 Sudafrica Alan North Yamaha 37.54.12 19 5
7 Svizzera Wolfgang von Muralt Yamaha 37.54.79 22 4
8 Regno Unito Tony Rogers Armstrong 37.55.11 32 3
9 Australia Jeffrey Sayle Armstrong 37.55.50 25 2
10 Irlanda del Nord Donnie Robinson Yamaha 38.17.51 11 1
11 Italia Massimo Matteoni Yamaha 38.18.72 30
12 Regno Unito Tony Head Armstrong 38.18.98 27
13 Finlandia Reino Eskelinen Yamaha 38.19.66 28
14 Australia Graeme McGregor Yamaha 38.20.15 14
15 Germania Karl-Thomas Grässel Yamaha 38.20.56 12
16 Austria Franz Kaserer Yamaha 38.46.58 10
17 Austria Josef Hutter Yamaha 38.46.99 26
18 Svizzera Edwin Weibel Yamaha 1 giro 20
19 Paesi Bassi Peter Looijesteijn Yamaha 13
20 Germania Harald Eckl Yamaha 17
21 Venezuela Edoardo Alemán Yamaha 35

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

Seconda vittoria consecutiva in campionato per il già campione dell'anno precedente Ángel Nieto che consolida la prima posizione provvisoria. Sul traguardo ha preceduto l'austriaco August Auinger e l'italiano Pier Paolo Bianchi che lo seguono direttamente anche nella classifica iridata.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Spagna Ángel Nieto Garelli 34.28.00 6 15
2 Austria August Auinger MBA 34.29.89 5 12
3 Italia Pier Paolo Bianchi Sanvenero 34.31.32 4 10
4 Svizzera Hans Müller MBA 34.49.26 1 8
5 Italia Pierluigi Aldrovandi MBA 35.15.85 22 6
6 Austria Hans-Jürgen Hummel Sachs 35.41.23 19 5
7 Austria Erich Klein MBA 35.49.22 9 4
8 Germania Helmut Lichtenberg MBA 35.49.57 8 3
9 Germania Alfred Waibel MBA 35.49.91 20 2
10 Italia Maurizio Vitali MBA 35.50.10 18 1
11 Belgio Olivier Liegeois Sanvenero 35.50.43 33
12 Finlandia Matti Kinnunen MBA 35.51.28 13
13 Svizzera Peter Sommer MBA 35.51.54 14
14 Paesi Bassi Theo Timmer MBA 35.51.85 15
15 Finlandia Johnny Wickström MBA 35.52.02 17
16 Argentina Hugo Vignetti Sanvenero 35.52.44 25
17 Regno Unito Alex Bedford MBA 1 giro 27
18 Germania Robert Bauer MBA 29
19 Belgio Lucio Pietroniro MBA 32
20 Austria Werner Schmied MBA 35
21 Danimarca Thomas Pedersen MBA 37
22 Austria Heinz Pristavnik Morbidelli 34

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

La prima gara stagionale delle motocarrozzette è dominata dai campioni in carica Rolf Biland-Kurt Waltisperg, che vincono con 55 secondi di margine su Alain Michel-Michael Burkhard, i principali rivali dell'anno passato. Il terzo posto va a Werner Schwärzel-Andreas Huber[3].

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[4][modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Svizzera Rolf Biland Svizzera Kurt Waltisperg LCR-Yamaha 31'53"49 15
2 Francia Alain Michel Germania Ovest Michael Burkhard Seymaz-Yamaha 32'48"69 12
3 Germania Ovest Werner Schwärzel Germania Ovest Andreas Huber Seymaz-Yamaha 33'06"04 10
4 Regno Unito Jock Taylor Svezia Benga Johansson Windle-Yamaha 33'06"43 8
5 Giappone Masato Kumano Giappone Kunio Takeshima LCR-Yamaha +1 giro 6
6 Regno Unito Mick Boddice Regno Unito Chas Birks Windle-Yamaha 5
7 Germania Ovest Hermann Huber Germania Ovest Hermann Bäsler Lutz-Yamaha 4
8 Germania Ovest Siegfried Berger Germania Ovest Edwin Berger ?-Yamaha 3
9 Francia Patrick Thomas Francia Jean-Marc Fresc Seymaz-Yamaha 2
10 Regno Unito Derek Jones Regno Unito Brian Ayres LCR-Yamaha 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lucchinelli cade ma ci pensa Uncini, La Stampa, 3 maggio 1982. URL consultato il 2 aprile 2016.
  2. ^ (ES) Nieto, el maestro, su hemeroteca.mundodeportivo.com, 3 maggio 1982. URL consultato il 2 aprile 2016.
  3. ^ (FR) Spectacle fabuleux en 500 cm³, Nouvelliste, 3 maggio 1982, p. 39. URL consultato il 17 ottobre 2017.
  4. ^ Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 10 maggio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1982
Flag of Argentina.svg Flag of Austria.svg Flag of France.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of San Marino.svg Flag of Germany.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1981
Gran Premio motociclistico d'Austria
Altre edizioni
Edizione successiva:
1983