Gragnana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gragnana
frazione
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Massa-Carrara-Stemma.png Massa-Carrara
Comune Carrara-Stemma.png Carrara
Territorio
Coordinate 44°06′03″N 10°05′09″E / 44.100833°N 10.085833°E44.100833; 10.085833 (Gragnana)Coordinate: 44°06′03″N 10°05′09″E / 44.100833°N 10.085833°E44.100833; 10.085833 (Gragnana)
Altitudine 219 m s.l.m.
Abitanti 993 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale 54033
Prefisso 0585
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti gragnanese, gragnanesi[1]
Patrono san Michele
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Gragnana
Gragnana

Gragnana (m.219 s.l.m) è una frazione del Comune di Carrara, circondata da boschi di castagne e terrazzamenti coltivati. Alcuni studiosi gli attribuiscono l'appellativo di Capitale mondiale dei Tavolieri (antichi giochi da tavolo incisi sulla pietra), tra i suoi vicoli se ne contano più di cinquanta. Di grande pregio architettonico e di lunga storia la Chiesa di San Michele.

Posizione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Si trova a nord della Città di Carrara da cui dista solo 3 km, è raggiungibile dalla antica strada statale n.446 detta anche "Via Emilia" perché fatta costruire dai duchi Estensi per raggiungere Reggio Emilia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sicuramente fu un importante centro legato alla pastorizia fin dall'età del bronzo come testimoniano gli unici ritrovamenti preistorici della zona in località Gabellaccia. Si pensa che fu un fondo agricolo romano, noto fin dall'età di Traiano come Fundum Granianum. Il primo documento storico ufficiale è datato 1078. Fu Vicinanza della federazione di Carrara, una tra le più attive nel settore del marmo pur essendo decentrata rispetto ai più importanti bacini marmiferi. Nel 1450 fu teatro della sanguinosa battaglia di Segalara che vide come contendenti Carraresi e Massesi contro i paesi del versante di Sarzana per questioni di confine.

Nel Risorgimento, i gragnanini, furono tra i più accesi seguaci del Mazzini e il paese centro nevralgico dei moti anarchici del 1894. Ancora oggi sede del circolo anarchico Malatesta.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Personaggi famosi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 248.
  2. ^ Denis Mack Smith, Storia d'Italia 1861-1969, Laterza

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di toscana