Grado di perdita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il grado di perdita è un parametro utilizzato per individuare la buona tenuta della sede di una valvola idraulica quando, in posizione completamente chiusa, l'otturatore è sottoposto ad una prefissata pressione differenziale.

Tale parametro viene preso in considerazione durante alcune prove previste dalle UNI EN 1074 e dalla UNI EN 12666-1 necessarie per verificare i requisiti prestazionali dell'apparecchiatura idraulica, quali:

  • la prova di resistenza della valvola a flessione;
  • la prova di tenuta della sede ad alta pressione differenziale.

La norma UNI EN 12266-1 al p.to A.4.3 individua 7 gradi di perdita che vanno da A a G e ad ognuno di questi è associata la massima perdita ammissibile (espressa in mm3/s) attraverso la sede di tenuta in funzione del diametro nominale della valvola nonché del fluido di prova (liquido o gas).

Fluido di prova grado A grado B grado C grado D grado E grado F grado G
liquido 0 0,01DN 0,03DN 0,1DN 0,3DN 1,0DN 2,0DN
gas 0 0,3DN 3,0DN 30DN 300DN 3000DN 6000DN

Il grado di perdita della valvola deve essere indicato dal costruttore nella documentazione tecnica dell'apparecchiatura idraulica.

Normativa[modifica | modifica wikitesto]

  • UNI EN 12266-1: Valvole industriali - prove su valvole: prove di pressione, procedimenti di prova e criteri di accettazione - requisiti obbligatori

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]