Grace Murray Hopper

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Grace Hopper)
Jump to navigation Jump to search
Grace Murray Hopper
Grace Hopper.jpg
9 dicembre 1906 – 1º gennaio 1992
Nato aNew York
Morto aArlington
Cause della morteNaturale
Luogo di sepolturaCimitero nazionale di Arlington
Dati militari
Paese servitoStati Uniti Stati Uniti
Forza armataUnited States Navy
Anni di servizio19431966
19671971
19721986
GradoRetroammiraglio
GuerreSeconda guerra mondiale
DecorazioniDefense Distinguished Service Medal
Legion of Merit
Meritorious Service Medal
American Campaign Medal
World War II Victory Medal
National Defense Service Medal
Armed Forces Reserve Medal
Naval Reserve Medal
Altre caricheProgrammatrice di computer
voci di militari presenti su Wikipedia

Grace Murray Hopper (New York, 9 dicembre 1906Arlington, 1º gennaio 1992) è stata una matematica, informatica e militare statunitense definita da molti una pioniera della programmazione informatica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Grace Murray era la maggiore dei tre figli dei coniugi Walter Fletcher Murray e Mary Campbell Van Horne, che avevano origini scozzese e olandese e frequentavano la Chiesa Collegiata del West End.[1] Era una bambina curiosa, caratteristica che l'accompagnò tutta la sua vita, e amava scoprire il funzionamento dei congegni; a sette anni smontò una sveglia per studiarla senza poi riuscire a riassembrarla, arrivando ad aprirne sette, per il dispiacere di sua madre che limitò i suoi esperimenti ad un solo orologio.[2] All'età di 16 anni la sua domanda di ammissione anticipata al Vassar College fu respinta (i suoi voti in latino erano troppo bassi), ma fu ammessa l'anno seguente.

Ottenne il Ph.D. in matematica nel 1934 a Yale, insegnando per i due anni successivi presso Vassar, per poi entrare a far parte della Riserva della Marina nel 1943. Famosa per il suo lavoro sul primo computer digitale della Marina, Harvard Mark I, fu assegnata presso l'ufficio per l'Ordenance Computation Project dell'università di Harvard.

La sua brillante carriera ebbe nel 1949 un momento di grande prestigio quando entrò nella Eckert-Mauchly Computer Corporation, la società che aveva sviluppato l'ENIAC, fra i primi computer digitali in circolazione, e che in quel periodo stava progettando l'UNIVAC I, ovvero quello che sarebbe stato il primo modello di computer commerciale. Grace M. Hopper, lavorando sull'idea di compilatore, ebbe un ruolo primario nello sviluppo e nella progettazione del COBOL.

Continuò intensamente il suo lavoro di progettista e ricercatrice presso l'istituto e dopo essersi congedata dalla Riserva nel 1966 venne immediatamente richiamata per lavorare alla standardizzazione del linguaggio per i computer militari. Fu definitivamente congedata nel 1986 col grado di "rear admiral" (retroammiraglio o contrammiraglio). È famosa anche per aver diffuso l'uso del termine "bug" per indicare un malfunzionamento di un computer.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Grace Hopper alla tastiera dell' UNIVAC, circa nel 1960
  • 1969: Riceve il premio "computer sciences man of the year" dall'Associazione dei professionisti dell'informatica (Association of Information Technology Professionals).[3]
  • 1971: Viene istituito il premio annuale "Grace Murray Hopper Award" per eccellenti giovani informatici professionisti (Grace Murray Hopper Award for Outstanding Young Computer Professionals) dalla Association for Computing Machinery.
  • 1973: Diventa la prima persona di nazionalità statunitense e la prima donna in assoluto che diventa "Distinguished Fellow of the British Computer Society".
  • 1986: Al momento del pensionamento riceve la "Defense Distinguished Service Medal".
  • 1988: Riceve il premio martelletto d'oro (Golden Gavel Award) durante la conferenza di Toastmasters International a Washington.
  • 1991: Riceve la Medaglia Nazionale della Tecnologia (National Medal of Technology).
Defense Distinguished Service Medal - nastrino per uniforme ordinaria Defense Distinguished Service Medal
Legion of Merit - nastrino per uniforme ordinaria Legion of Merit
Meritorious Service Medal - nastrino per uniforme ordinaria Meritorious Service Medal
American Campaign Medal - nastrino per uniforme ordinaria American Campaign Medal
World War II Victory Medal - nastrino per uniforme ordinaria World War II Victory Medal
National Defense Service Medal - nastrino per uniforme ordinaria National Defense Service Medal
Armed Forces Reserve Medal - nastrino per uniforme ordinaria Armed Forces Reserve Medal
Naval Reserve Medal - nastrino per uniforme ordinaria Naval Reserve Medal
Medaglia presidenziale della libertà (postuma) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia presidenziale della libertà (postuma)
«Rear Admiral Grace Hopper, known as “Amazing Grace” and “the first lady of software,” was at the forefront of computers and programming development from the 1940s through the 1980s. Hopper’s work helped make coding languages more practical and accessible, and she created the first compiler, which translates source code from one language into another. She taught mathematics as an associate professor at Vassar College before joining the United States Naval Reserve as a lieutenant (junior grade) during World War II, where she became one of the first programmers of the Harvard Mark I computer and began her lifelong leadership role in the field of computer science.[4]»
— 22 novembre 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kathleen Broome Williams, Grace Hopper: admiral of the cyber sea, Annapolis, Md, Naval Institute Press, 2004, ISBN 1557509522.
  2. ^ (EN) Elizabeth Dickason, Looking Back: Grace Murray Hopper's Younger Years, in Chips, aprile 1992.
  3. ^ Thomas J. Misa, ed., Gender Codes: Why Women Are Leaving Computing (Wiley/IEEE Computer Society Press, 2010), pp. 63, 117.
  4. ^ (EN) President Obama Names Recipients of the Presidential Medal of Freedom, su whitehouse.gov, 16 novembre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN873229 · ISNI (EN0000 0001 1034 9992 · LCCN (ENn83175996 · GND (DE121579948 · BNF (FRcb16228841g (data) · NLA (EN36506213