Grímsey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Grímsey
Grímsey Iceland.JPG
Scogliere dell'isola di Grímsey.
Geografia fisica
LocalizzazioneCircolo polare artico
Coordinate66°32′37″N 18°00′05″W / 66.543611°N 18.001389°W66.543611; -18.001389
Superficie5,3 km²
Dimensioni4,8 × 1,9 km
Altitudine massima105 m s.l.m.
Geografia politica
StatoIslanda Islanda
RegioneNorðurland eystra
Demografia
Abitanti92 (2009)[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Islanda
Grímsey
Grímsey
voci di isole dell'Islanda presenti su Wikipedia

Grímsey è una piccola isola a nord della costa settentrionale dell'Islanda, situata sul circolo polare artico (unico territorio islandese ad esserne attraversato). Per il resto dello Stato, il circolo polare sfiora solo le propaggini islandesi più a nord senza mai toccarle, arrivando alla distanza di solo un km e mezzo dal promontorio di Rifstangi, nel nord est dell'isola.

L'isola dispone di un osservatorio meteorologico automatico dal 2005.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'isola si estende su una superficie di 5,3 km² e ospita l'insediamento più settentrionale di tutta l'Islanda.

Grímsey dista 40 km dalla costa, e il lembo di terra più prossimo a essa è l'isola di Flatey, a 39,4 km di distanza. L'isola, un tempo comune autonomo, nel 2009 è stata unita ad Akureyri e rientra nella contea di Eyjafjarðarsýsla.

Il 25 aprile 2009 si sono svolte a Grímsey e Akureyri le elezioni per la fusione dei due comuni, che è stata approvata dalla maggioranza dei voti in entrambe le sedi.[2] Al tempo dell'accorpamento dei due comuni, dal censimento effettuato risultavano vivere sull'isola 92 persone, che sono diventate 61 nel 2019. L'unico insediamento abitato dell'isola è Sandvík.[3]

Spostamento del Circolo polare artico[modifica | modifica wikitesto]

Il Circolo polare artico attraversa attualmente l'isola e costituisce un'interessante attrazione per i turisti, soprattutto perché tutta la rimanente parte dell'Islanda è posizionata a sud di questa linea.

Tuttavia, a causa delle oscillazioni dell'asse terrestre, il parallelo che rappresenta il Circolo polare artico si sposta verso nord di circa 14,5 metri all'anno; il valore preciso di questo spostamento varia sensibilmente di anno in anno, a causa della complessità del moto oscillatorio dell'asse terrestre.

All'inizio del XXI secolo la posizione reale del Circolo polare artico è già vicina all'estremità settentrionale di Grímsey e i calcoli indicano che attorno alla metà del secolo non passerà più attraverso il territorio dell'isola.

Questo movimento è ben conosciuto e già rilevato nei secoli scorsi. Gli indicatori geografici che segnavano la posizione del punto di passaggio del Circolo erano già stati spostati verso nord nel 1717, 1817 e nel 1917.[4] Originalmente fu anche costruito un piccolo monumento al Circolo polare artico posto in una posizione che convenzionalmente serviva da indicatore geografico. Nel 2017 è stato posizionato un nuovo monumento, che comprende una sfera del peso di otto tonnellate, per indicare la nuova posizione aggiornata dopo le più recenti misurazioni.[5]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La principale attività economica è la pesca.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Grímsey è collegata all'isola principale, più precisamente, al porto di Dalvík, tramite un traghetto. È anche presente un piccolo aeroporto (codice IATA GRY), attraverso il quale è possibile raggiungere l'isola per mezzo dei voli che la collegano ad Akureyri.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Statistics Iceland, servizio che provvede a fornire le statistiche ufficiali per quanto riguarda l'Islanda
  2. ^ Grímsey og Akureyri sameinast (Grímsey e Akureyri si fondono), su neumann.mbl.is, 26 aprile 2009.
  3. ^ Deanna Swaney, Iceland, Greenland & the Faroe Islands, 3rd, Lonely Planet, 1997, pp. 251–252, ISBN 0-86442-453-1.
  4. ^ Arctic Circle Marker, su atlasobscura.com, Atlas Obscura. URL consultato il 16 giugno 2019.
  5. ^ Eight-Tonne Sphere Marks Arctic Circle on Grímsey, su icelandreview.com, Iceland Review. URL consultato il 28 settembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN4998152139990911100004