Governo Debré

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Governo Michel Debré è stato il primo governo della Quinta Repubblica francese, in carica dall'8 gennaio 1959 al 14 aprile1962.

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Governo nominato in data 8 gennaio 1959

Primo Ministro

Ministri di Stato

Ministri

  • Ministro delle Finanze e degli Affari economici: Antoine Pinay (CNIP) (cessazione in data 13 gennaio 1960)
  • Ministro degli Esteri:Maurice Couve de Murville
  • Guardasigilli, Ministro della giustizia: Edmond Michelet (UNR) (cessazione, il 24 agosto 1961)
  • Ministro degli Eserciti:(cambiamento di ufficio in data 5 febbraio 1960)
  • Ministro degli Interni: Jean Berthoin (radicale) (cessazione in data 27 maggio 1959)
  • Ministro dell'Agricoltura: Roger Houdet (CNIP) (cessazione in data 27 maggio 1959)
  • Ministro della Educazione nazionale (risoluzione il 23 dicembre 1959)
  • Ministro dell'informazione: Roger Frey (cambiamento di ufficio in data 5 febbraio 1960)
  • Ministro dell'Industria e del Commercio: Jean-Marcel Jeanneney (cambiamento di ufficio il 17 novembre 1959)
  • Ministro delle Poste e Telecomunicazioni: Bernard-Gentille Cornut (UNR) (cessazione in data 5 febbraio 1960)
  • Ministro della sanità pubblica e della popolazione: Bernard Chenot (cambiamento di funzioni il 24 agosto 1961)
  • Ministro costruzione: Pierre Sudreau (MRP)
  • Il Ministro dei Lavori Pubblici e dei Trasporti: Robert Buron (MRP)
  • Ministro del Lavoro: Paul Bacon (MRP)
  • Ministro degli affari dei veterani: Raymond Triboulet (UNR)

Ministro delegato

Segretari di Stato

Sottosegretario di Stato

  • Sottosegretario di Stato presso il Primo Ministro incaricato delle questioni sociali in Algeria: Nafissa Sid Cara
  • Sottosegretario di Stato presso il Primo Ministro incaricato dei problemi d'amministrazione generale: Pierre Chatenet (cambiamento di ufficio il 28 maggio 1959)

Rimpasto del 27 marzo 1959[modifica | modifica wikitesto]

  • Ministro di Stato responsabile per la cooperazione: Robert Lecourt (ex "ministro di Stato")

Rimpasto del 20 maggio 1959[modifica | modifica wikitesto]

Rimpasto del 28 maggio 1959[modifica | modifica wikitesto]

  • Cessazione dell'incarico di Jean Berthoin (« Ministro degli Interni ») e di Roger Houdet (« Ministro dell'Agricoltura »).
  • Ministro degli Interni: Pierre Chatenet (Precedentemente Sottosegretario di Stato presso il Primo Ministro incaricato dei problemi d'amministrazione generale) (Cessazione dell'incarico il 6 maggio 1961)
  • Ministro dell'Agricultura: Henri Rochereau (Cessazione dell'incarico il 24 agosto 1961)

Rimpasto del 22 luglio 1959[modifica | modifica wikitesto]

  • Ministro di Stato, incaricato degli Affari culturali: André Malraux (Precedentemente «ministro di Stato »)

Rimpasto del 23 luglio 1959[modifica | modifica wikitesto]

Rimpasto del 24 luglio 1959[modifica | modifica wikitesto]

  • Sottosegretario di Stato presso il Primo Ministro della Funzione pubblica: Louis Joxe (cambiamento del mandato il 15 gennaio 1960)

Rimpasto del 17 novembre 1959[modifica | modifica wikitesto]

  • Ministro dell'Industria: Jean-Marcel Jeanneney (Precedentemente "Ministro dell'Industria e del Commercio)
  • Segretario di Stato per il commercio interno: Giuseppe Fontanet (Precedentemente "Segretario di Stato per l'Industria e Commercio) (cambiamento di funzioni il 24 agosto 1961)
  • Segretario di Stato per gli affari economici esterni: Max Flechet (Precedentemente "Segretario di Stato per gli affari economici") (Cessazione dell'incarico il 19 gennaio 1960)

Rimpasto del 23 dicembre 1959[modifica | modifica wikitesto]

  • Cessazione dell'incarico d'André Boulloche, ministro dell'Educazione nazionale
  • Ministro dell'Educazione nazionale a intérim: Primo ministro Michel Debré, (Cessazione dell'interim il 15 gennaio 1960)

Rimpasto del 13 gennaio 1960[modifica | modifica wikitesto]

  • Cessazione delle funzioni d'Antoine Pinay, ministro delle Finanze e degli Affari economici.
  • Ministro delle Finanze e degli Affari economici: Wilfrid Baumgartner (Cessazione dell'incarico il 18 gennaio 1962

Rimpasto del 15 gennaio 1960[modifica | modifica wikitesto]

  • Cessazione delle funzioni di Michel Debré, ministro dell'Educazione nazionale a interim, nominato 23 dicembre 1959
  • Ministro dell'Educazione nazionale: Louis Joxe (precedentemente «Segretario di Stato per il Primo Ministro, responsabile della Funzione Pubblica» "sostituito in questa funzione il 19 marzo 1960) (cambiamento di ufficio il 22 novembre 1960)

Rimpasto del 19 gennaio 1960[modifica | modifica wikitesto]

  • Cessazione dell'incarico di Max Fléchet, (precedentemente Segretario di Stato per gli affari economici esterni, designato come tale il 17 novembre 1959.

Rimpasto del 5 febbraio 1960[modifica | modifica wikitesto]

  • Cessazione dell'incarico di Bernard-Cornut Gentille, Ministro delle Poste e Telecomunicazioni.
  • Ministro di Stato incaricato del Sahara, territori d'oltremare e dipartimenti d'oltremare: Robert Lecourt (ex "Ministro di Stato responsabile per la cooperazione") (cessazione, il 24 agosto 1961)
  • Ministro delle Poste e Telecomunicazioni: Michel Maurice Bokanowsky (ex "Segretario di Stato per l'Interno")
  • Ministro delegato dal Primo Ministro, responsabile per l'energia atomica: Pierre Guillaumat (precedentemente "Ministro degli Eserciti") (cambiamento di ufficio il 19 marzo 1960)
  • Ministro degli Eserciti: Pierre Messmer
  • Segretario di Stato per i Rapporti con gli Stati della Comunità: Jean Foyer (cambiamento del mandato il 18 maggio 1961)
  • Ministro dell'Informazioni: Louis Terrenoire (cambiamento di funzioni il 24 agosto 1961)
  • Ministro delegato dal Primo Ministro: Roger Frey (precedentemente «Ministro dell'Informazione») (cambiamento di ufficio il 6 maggio 1961)

Rimpasto del 19 marzo 1960[modifica | modifica wikitesto]

  • Ministro delegato dal Primo Ministro per l'energia atomica e la Funzione Pubblica: Pierre Guillaumat (precedentemente «Ministro delegato al Primo Ministro per l'energia atomica»)

Rimpasto del 22 novembre 1960[modifica | modifica wikitesto]

  • Ministro di Stato responsabile per gli affari algerino: Louis Joxe (precedentemente "Ministro dell'Educazione nazionale")
  • Ministro dell'Educazione nazionale Pierre Guillaumat, in aggiunta alle funzioni già occupate (fine del dell'interim 20 febbraio 1961

Rimpasto del 20 febbraio 1961[modifica | modifica wikitesto]

Rimpasto del 6 maggio 1961[modifica | modifica wikitesto]

  • Cessazione dell'incarico di Chatenet Pierre, ministro degli Interni.
  • Ministro degli Interni: Roger Frey (precedentemente "ministro delegato dal Primo Ministro")

Rimpasto del 18 maggio 1961[modifica | modifica wikitesto]

  • Ministro della Cooperazione: Jean Foyer (precedentemente "Segretario di Stato per i Rapporti con gli Stati della Comunità", apparentemente non sostituito in questa funzione)
  • Segretario di Stato per gli affari esteri: Georges Gorse

Rimpasto del 19 maggio 1961[modifica | modifica wikitesto]

Rimpasto del 24 agosto 1961[modifica | modifica wikitesto]

  • Cessazione dell'incarico di Robert Lecourt, Ministro di Stato incaricato del Sahara, territori d'oltremare e dipartimenti d'oltremare.
  • Cessazione dell'incarico di Edmond Michelet, Guardasigilli, Ministro della giustizia.
  • Cessazione dell'incarico di Enrico Rochereau, il Ministro dell'Agricoltura.
  • Ministro delegato dal Primo Ministro: Louis Terrenoire (precedentemente "Ministro dell'Informazione)
  • Sottosegretario di Stato presso il Primo Ministro, responsabile per l'informazione: Christian de La Malène
  • Segretario di Stato per i rimpatriati: Robert Boulin
  • Segretario di Stato per il commercio interno: François Missoffe
  • Ministro di Stato incaricato del Sahara, territorio d'oltremare e dipartimenti d'oltremare: Louis Jacquinot (precedentemente "ministro di Stato")
  • Segretario di Stato responsabile del Sahara, i dipartimenti e territori d'oltremare: Jean de Broglie
  • Guardasigilli, Ministro della Giustizia: Bernard Chenot (precedentemente "ministro della Sanità pubblica e della Popolazione")
  • Ministro della Sanità pubblica e la Popolazione: Giuseppe Fontanet
  • Ministro dell'Agricoltura: Edgard Pisani

Rimpasto del 18 gennaio 1962[modifica | modifica wikitesto]

  • Cessazione dell'incarico di Wilfrid Baumgartner, Ministro delle Finanze e degli Affari economici, nominato il 13 gennaio 1960.
  • Ministro delle Finanze e degli Affari economici: Valéry Giscard d'Estaing (precedentemente "Segretario di Stato per le Finanze," apparentemente non sostituito in questa funzione).

I sei "portafogli" stabili[modifica | modifica wikitesto]

Solo il 6 dipartimenti ministeriali sembrano non subire alcun cambiamento di titolare tra il 1959 e il 1962:

C'è ovviamente d'aggiungere il posto di Primo Ministro, se si trascura l'interim Ministero dell'Educazione nazionale, fornito da Michel Debré, il 23 dicembre 1959 al 15 gennaio 1960.

Fine del governo e passaggio dei poteri[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 aprile 1962, Michel Debré rassegna le dimissioni del suo governo al presidente della Repubblica, Charles de Gaulle. Ha nominato lo stesso giorno il nuovo Primo Ministro Georges Pompidou.