Governatori romani della Mesia Inferiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La provincia della Mesia inferiore all'interno dell'Impero romano

Questa è la lista dei governatori romani conosciuti della provincia della Mesia inferiore, localizzata nei moderni stati di Bulgaria e Romania (Dobruja). Sino alla riforma dioclezianea, tutti i governatori sono da intendere come Legati Augusti pro praetore di rango consolare.

La provincia di Mesia inferiore[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Mesia inferiore.

Il territorio fu conquistato da Marco Licinio Crasso (il nipote del triumviro) nel 29 a.C., e organizzato in provincia negli ultimi anni di Augusto. Domiziano, probabilmente nel corso delle sue campagne daciche,[1] la divise in Moesia Superior e Moesia Inferior, corrispondenti rispettivamente alla parte occidentale e orientale. I legati, divenuti due, rimasero di rango consolare, mentre l'amministrazione fiscale venne assegnata, come già prima, ad un unico procurator Augusti. Quando Aureliano (270-275) decise di ritirarsi dalla Dacia, gli abitanti furono insediati in Moesia, e la parte centrale prese il nome di Dacia Aureliana.

Con la riforma dioclezianea, la Moesia Inferior venne divisa in Moesia Secunda e Scythia Minor. La Moesia Secunda incluse gran parte delle città. come Marcianopoli (Devnja), Odessus, Nicopoli all'Istro, Abrittus (Razgrad), Durostorum (Silistra), Transmarisca (Tutrakan), Sexaginta Prista (Ruse) e Novae (Svištov).

Lista di governatori[modifica | modifica wikitesto]

Lista dei Governatori romani della Mesia inferiore
Anno
c. 86-89 (?)
c. 92
c. 97
c. 99
c. 100
c. 103
c. 105
c. ?
c. 109
sconosciuto
c. 112
c. 116-117
c. 120
?
c. 126
?
c. 134
c. ?
c. ?
c. ?
c. 145
c. ?
c. ?
c. 155
c. 157
c. 159-160
c. ?
c. 162
c. 165-167
c. 168-169
c. 169-170
c. 171-172
c. 175-176
c. ?
c. 176-178
c. 185-192
sconosciuto
c. 193-194
c. 194-196
c. 196-198
c. 198-202
c. 202-205
c. 208-210
c. 210/211-212/213
c. 212-215
c. 215-217
c. 217-218
c. 218
c. 218-219/220
c. 220-221
c. 221-222
c. 222-224
c. ?
c. 225-226
c. 226-227
c. 227-228/229
c. 228-229/230
c. 230-232
c. 232-235
c. 235-236
c. 236-238
c. 238-241
c. 241-242/243
c. 242/243-244
c. 246-247
c. 247-248
c. 248
c. ?
c. 249-250
c. 250-251
c. 253
c. 256-257
c. 257-258
c. 258-259
c. 272-275
c. ?

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Come è suggerito in H.M.D. Parker, The Roman Legions, 1993, p. 153.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dicţionar de istorie veche a României ("Dizionario d'antichità rumene") (1976) Editura Ştiinţifică şi Enciclopedică, pp. 399–401

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Antica Roma Portale Antica Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Roma