Gottfried van Swieten

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gottfried van Swieten

Il barone Gottfried van Swieten (Leida, 29 ottobre 1733Vienna, 29 marzo 1803) fu un aristocratico olandese, che serviva l'Impero austriaco lavorando dal 1755 nel servizio diplomatico. Nel 1777 divenne prefetto della biblioteca di corte imperiale di Vienna.

Oggi è ricordato soprattutto per la sua amicizia, partenariato e sponsorizzazione nei confronti di vari grandi compositori della musica classica, tra i quali Joseph Haydn, Wolfgang Amadeus Mozart, e Ludwig van Beethoven. Fu grande ammiratore di Georg Friedrich Handel e Johann Sebastian Bach e possedeva nella sua biblioteca una vasta raccolta delle partiture dei due maestri. Fu appunto nella sua biblioteca che Mozart scoprì le opere di Bach. Van Swieten compose fra l'altro il testo per l'oratorio La Creazione di Joseph Haydn, ispirandosi al libro biblico della Genesi, al Libro dei Salmi e al poema Paradise Lost di John Milton. Beethoven gli dedicò nel 1801 la Prima Sinfonia Op. 21

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN10035684 · ISNI (EN0000 0001 2095 5814 · LCCN (ENn81018892 · GND (DE118620185 · BNF (FRcb13925239b (data) · CERL cnp00396641
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie