Gottfried Achenwall

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gottfried Achenwall (Elbląg, 20 ottobre 1719Gottinga, 1º maggio 1772) è stato un giurista, storico e filosofo tedesco dell'università di Gottinga, autore di manuali di diritto fra i più diffusi, attorno alla metà del secolo XVIII e oltre, nelle università tedesche; il suo Iuris naturalis pars posterior fu utilizzato da Immanuel Kant nelle sue lezioni di diritto naturale.

Suo il merito di aver coniato la parola statistica ovvero scienza degli Stati, e di essersi occupato delle sue fondamenta specialmente con il trattato La costituzione degli stati europei nelle sue linee fondamentali del 1752 che ebbe ben sette edizioni.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Abriß der neuen Staatswissenschaft der vornehmen Europäischen Reiche und Republiken, 1749, intitolato nelle edizioni successive Staatsverfassung der Europäischen Reiche im Grundrisse, 1752.
  • Naturrecht (con Johann Stephan Pütter), 1750, 1753
  • Jus Naturae, 2 volumi, 1755-56 ff, la settima edizione nel 1781 contenente una prefazione di Johann Henrick Christian de Selchow.
  • Grundsätze der Europäischen Geschichte, zur politischen Kenntnis der heutigen vornehmsten Staaten, 1754, la seconda edizione del 1759 intitolata Die Geschichte der heutigen vornehmsten Staaten im Grundrisse
  • Entwurf der Europäischen Staatshändel des 17. und 18. Jahrhunderts, 1756
  • Staatsklugheit nach ihren ersten Grundsätzen, 1761
  • Juris gentium Europaei practici primae lineae, 1775, incompiuto.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN15563001 · LCCN: (ENno90011926 · SBN: IT\ICCU\UFIV\119804 · ISNI: (EN0000 0000 8339 4981 · GND: (DE118643657 · BNF: (FRcb12005485z (data) · CERL: cnp01321557
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie