Gospel Oak to Barking Line

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: London Overground.

Gospel Oak to Barking line
Gospeloakbarking.png
InizioGospel Oak
FineBarking
Stati attraversatiRegno Unito Regno Unito
Lunghezza22,1 km
Apertura1981
GestoreTfL per Network Rail
Scartamento1 435 mm
Elettrificazione25 kV 50Hz AC tramite linea aerea
Ferrovie
Stazione di Gospel Oak.

La Gospel Oak to Barking Line è una linea ferroviaria di Londra, lunga 22,1 km., che connette Gospel Oak nel nord di Londra a Barking nell'est ed è parte del London Overground. Essa è anche nota come Goblin (per Gospel Oak e Barking LINe), anche se questo è un nomignolo e non il nome ufficiale. A differenza della maggior parte delle ferrovie a Londra, essa non attraversa la Zona 1. Tradizionalmente essa ha avuto un ruolo minore nel sistema di trasporto londinese anche se ha ricevuto sensibili stanziamenti per incrementarne la capacità di trasporto, inclusa l'elettrificazione per mezzo di linea aerea a 25 kV in corrente alternata, completata nel 2018.[1]

Segnaletica alla stazione di Leytonstone High Road.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Linea originaria[modifica | modifica wikitesto]

Mappa del 1914 della Tottenham and Hampstead Junction Railway

La linea esiste, nella struttura attuale, dal 1981; in effetti però, la maggior parte del tracciato è stata recuperata da strade ferrate costruite nel XIX secolo. La parte principale della linea, fra South Tottenham e Woodgrange Park, venne costruita dalla Tottenham and Forest Gate Railway, una aggregazione fra Midland Railway e London, Tilbury and Southend Railway. Essa venne aperta il 9 luglio 1894, collegando le Midland and Great Eastern joint line a South Tottenham, e la Forest Gate and Barking line a Woodgrange Park. La sezione a ovest di South Tottenham venne originariamente costruita dalla Tottenham and Hampstead Junction Railway, che venne aperta nel 1868 ma non ebbe un buon successo commerciale come ferrovia a sé stante.

Rotte precedenti[modifica | modifica wikitesto]

Anche se il collegamento fra Upper Holloway e Woodgrange Park è rimasto costante nel tempo, diverse stazioni si sono alternate come capolinea sia ad est che ad ovest. Kentish Town, St Pancras, Gospel Oak e Moorgate (via St Pancras) sono state tutte capolinea ovest. East Ham fu un capolinea alternativo per diverso tempo. Alcuni treni venivano estesi al di là di Barking verso destinazioni come Southend e Tilbury.

Un collegamento con Gospel Oak venne aggiunto nel 1888, anche se la rotta via Kentish Town rimase quella principale e la diramazione per Gospel Oak venne abbandonata nel 1926. Il collegamento con East Ham venne abbandonato nel 1958.

La sezione Tottenham and Hampstead Junction Railway della linea aveva un numero addizionale di stazioni che vennero poi chiuse, in quanto troppo vicine ad altre stazioni o per altri motivi. Fra queste Highgate Road (chiusa nel 1918), Junction Road (chiusa nel 1943), Hornsey Road (chiusa nel 1943) e St Ann's Road (chiusa nel 1942)[2].

Nel 1963 venne considerata la possibile chiusura dei servizi passeggeri linea nell'ambito del piano di tagli e ristrutturazioni alla rete ferroviaria inglese noto come Beeching Axe[3]. Anche in seguito alle proteste degli utilizzatori locali, che formarono un gruppo per impedire la chiusura, il progetto non andò a buon fine, come molte delle proposte di Beeching per la zona di Londra. La linea rimase in esercizio ma cadde in cattive condizioni a causa della mancata manutenzione.[4] Dal 1980 le frequenze vennero ridotte a un treno per ora fra Kentish Town e Barking. Le pensiline furono gradualmente demolite, le biglietterie chiuse e le stazioni non vennero più presidiate.[5]

La rotta attuale[modifica | modifica wikitesto]

La situazione iniziò a migliorare nel 1981, quando l'elettrificazione della linea in partenza da St Pancras (che più tardi divenne parte del Thameslink) tagliò fuori il percorso per Kentish Town.[5] Venne realizzata una nuova diramazione per Gospel Oak (che non era più collegata con il resto della linea dal 1939) e il servizio con frequenza oraria da Kentish Town venne sostituito con l'attuale rotta tra Gospel Oak e Barking con una frequenza di due treni per ora. Il servizio rimase molto scadente per la vetustà dei treni, fino a quando non vennero sostituiti negli anni novanta.

Fino al 1994 la linea faceva parte della rete sudest della British Rail. In quell'anno fu privatizzata, con la proprietà della linea che passò alla Railtrack (in seguito la Network Rail) mentre il servizio passeggeri era operato dalla North London Railways. Nel 1997 questo fu ceduto alla National Express, che servì la tratta con il suo marchio Silverlink. Dal 2000 in poi, con l'introduzione di nuovo materiale rotabile, la linea vide significativi miglioramenti nell'affidabilità del servizio, mentre rimanevano scarsi i miglioramenti apportati alle stazioni e alla capacità della linea.

London Overground[modifica | modifica wikitesto]

Segnaletica della London Overground a Wanstead Park

Negli ultimi anni, l'utilizzo dei treni è cresciuto in maniera significativa e molte delle linee che attraversano la Central London viaggiano al massimo della loro capacità. Questo ha portato la Gospel Oak to Barking Line ad assumere un'importanza strategica come ferrovia che bypassa il centro di Londra, alleggerendo l'affollamento dei passeggeri su altre linee e consentendo ai passeggeri un percorso più rapido e diretto fra l'est e l'ovest.

La legge Railways Act 2005 ha messo il controllo della linea sotto la gestione della Transport for London (TfL). Nel 2005, la TfL ha iniziato ad aggiungere alcune corse supplementari nelle ore di punta e in tarda serata per alleviare il sovraffollamento dei treni.

La TfL ha assunto il pieno controllo della linea (inserita nella rete della London Overground) nel novembre 2007, introducendo ulteriori frequenze, personale alle stazioni, macchine automatiche per biglietteria e per la vendita di Oyster Card in tutte le stazioni. La linea figura ora nella Mappa della metropolitana di Londra.[6][7]

La linea è rimasta chiusa nel settembre 2008 per lavori di miglioramento eseguiti dalla Network Rail. Con la sostituzione di alcuni cavalcavia e con l'abbassamento dei binari in alcuni tratti, la capacità potenziale è stata portata a otto treni per ora (quattro passeggeri e quattro merci). L'elettrificazione non è stata inclusa nei lavori svolti.[8]

Nel 2010 sono stati introdotti sulla linea otto nuovi treni Diesel della Classe 172, a due carrozze ciascuno.[9] La frequenza dei treni passeggeri è stata incrementata a quattro treni per ora nel gennaio 2011.

Nell'estate 2013 è stato annunciato che la linea sarebbe stata elettrificata. I lavori di adeguamento si sono svolti in tappe successive fra il 2016 e il 2017. Per consentire lo svolgimento dei lavori, la linea è rimasta chiusa fra South Tottenham e Barking tra il 6 giugno 2016 e il 27 febbraio 2017, mentre tra Gospel Oak e South Tottenham la chiusura ha interessato tutti i fine settimana tra il 6 giugno e il 23 settembre 2016; dopo tale data, la linea è stata chiusa anche in questo tratto fino al 27 febbraio 2017.[10][11]

Sebbene l'elettrificazione sia stata completata nel gennaio 2018[12] una serie di ritardi ha impedito l'introduzione dei nuovi convogli elettrici a quattro carrozze per diversi mesi.[13] Le prime prove di funzionamento si sono svolte nell'ottobre 2018.[14]

Operativo attuale[modifica | modifica wikitesto]

Treno prossimo ad arrivare alla stazione di Leytonstone High Road.

La linea fa parte della rete del National Rail e la linea ferrata è di proprietà della Network Rail. Viene impiegata sia per traffico merci che passeggeri. Il servizio passeggeri è operato dalla London Overground (affidato in gestione alla Arriva Rail London[15]) e ha una frequenza di quattro treni per ora in entrambe le direzioni, tra le 6:30 e le 23:30 circa dal lunedì al sabato e fino alle 22:00 circa la domenica.

Il trasporto merci viene operato dalle compagnie Db Cargo UK, GB Railfreight e Freightliner. La linea gestisce un notevole traffico merci, dato che fa parte di un anello che avvolge Londra interconnesso a molte linee radiali fra le quali la North London Line a Gospel Oak.

Due altri operatori passeggeri utilizzano la linea con servizi poco frequenti o per deviazioni provvisorie di tracciato. La C2c effettua poche corse al giorno per collegare Barking a Stratford, passando per Woodgrange Park. C'è anche un singolo servizio mattutino nei giorni feriali da Woodgrange Park a Willesden Junction, che ferma in tutte le stazioni intermedie tranne Gospel Oak. Alcuni servizi della London Overground figurano occasionalmente sugli orari per collegarsi con Stratford e Seven Sisters sulla Lea Valley Lines passando per South Tottenham, ma al momento nessuno di essi è operativo.[16]

La linea ha un gruppo organizzato di utenti, "The Barking – Gospel Oak Rail User Group"[17]

Biglietti[modifica | modifica wikitesto]

Ad eccezione delle stazioni di interscambio, le stazioni non hanno biglietterie presenziate da personale. Macchine venditrici di biglietti e Oyster pay-as-you-go sono state introdotte nel novembre 2007. Validatori di Oyster card (per sfioramento all'ingresso ed all'uscita delle stazioni) sono installati in tutte le stazioni. Le macchine per la vendita di biglietti possono essere usate per aggiungere credito sulle Oyster card.

A causa della mancanza di barriere di controllo e della difficoltà di controllo dei biglietti sui treni affollati, la linea aveva la nomea di essere quella su cui avviene la maggior evasione del pedaggio. Sul Silverlink la maggior parte delle stazioni erano sprovviste della possibilità di vendita di biglietti. In teoria i biglietti potevano essere acquistati dal conduttore, ma questo non era sempre possibile. A seguito dell'introduzione dei nuovi sistemi di biglietteria, i viaggiatori senza biglietto sono scesi dal 40%, ai tempi del Silverlink, al 2% del marzo 2008[18].

Treni[modifica | modifica wikitesto]

Rappresentazione grafica di un treno della Gospel Oak to Barking

Tutti i treni hanno trazione Diesel poiché la linea non è ancora interamente elettrificata. La linea è elettrificata soprattutto a South Tottenham per consentire il collegamento da Seven Sisters a Stratford e poi da Barking all'incrocio con la Great Eastern Main Line. Questi brevi tratti vengono usati soltanto occasionalmente da treni elettrici.

La linea è attualmente servita da otto locomotori diesel della Classe 172 a due carrozze.

Con il completamento dell'elettrificazione, avvenuta nel 2018, nuovi treni elettrici modello Classe 710 a quattro carrozze inizieranno a essere utilizzati sulla linea a partire dal novembre 2018.[19]

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Cartello che segnala la possibilità di interscambio a Gospel Oak

La linea possiede alcune stazioni di interscambio con la North London Line a Gospel Oak, con la Victoria Line a Blackhorse Road e con la Hammersmith & City Line, District Line e la London, Tilbury & Southend Railway (c2c) a Barking. Diversi interscambi con stazioni vicine ma non collegate sono riportati nell'orario ufficiale del National Rail:

Vi sono altri interscambi con brevi percorsi a piedi riconosciuti ufficialmente dalla TfL: fra Upper Holloway e Archway sulla Northern Line e fra Leytonstone High Road e Leytonstone sulla Central Line (via Harrington Road).[21]

Altri due interscambi non ufficiali sono comunque raggiungibili a piedi: tra Harringay Green Lanes e Manor House sulla Piccadilly Line e tra Crouch Hill e Finsbury Park sulle linee Piccadilly e Victoria.

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Tranne che nelle stazioni di interscambio, le dotazioni delle stazioni sono molto basilari. Sono dotate in genere piccole tettoie, punti di informazione con messaggi registrati, schermi informativi e telecamere a circuito chiuso. Tipicamente negli orari di apertura si trovano in servizio uno o due addetti.

Accessibilità[modifica | modifica wikitesto]

La linea ha alcune stazioni accessibili a passeggeri su sedie a rotelle: Gospel Oak, Upper Holloway, Harringay Green Lanes, South Tottenham, Blackhorse Road, Walthamstow Queen's Road e Barking.[22] Poiché i treni non sono perfettamente allineati con l'altezza della piattaforma, i passeggeri necessitano probabilmente di assistenza per salire o scendere dai convogli.

Mappa[modifica | modifica wikitesto]

Mappa della linea Gospel Oak to Barking

Sviluppi futuri[modifica | modifica wikitesto]

Estensione verso Barking Riverside[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014 è stato annunciato che la linea sarà estesa verso sud dalla stazione di Barking fino a una nuova stazione a Barking Riverside per servire l'omonima nuova area residenziale di riqualificazione urbana, con una spesa di 263 milioni di sterline[23] dei quali 172 milioni saranno versati dalla Barking Riverside Limited e la parte rimanente dalla Transport for London. È previsto il completamento dell'estensione entro il 2021.[24]

Renwick Road[modifica | modifica wikitesto]

La "linea B" scelta per il tracciato dell'estensione da Barking a Barking Riverside prevede la possibilità di una eventuale stazione intermedia, se ce ne fosse necessità in futuro, da costruire a Renwick Road sulla London, Tilbury & Southend Railway in modo da consentire un interscambio tra i servizi della London Overground e della C2c.[25]

Estensione a Thamesmead[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ai piani per estendere la linea fino a Barking Riverside, ci sono proposte per un ulteriore prolungamento attraverso il Tamigi fino a una stazione a Thamesmead e di qui fino ad Abbey Wood per collegarsi con la futura estensione del Crossrail.[26]

Altri cambiamenti proposti[modifica | modifica wikitesto]

Residenti locali e utilizzatori della linea hanno proposto di aggiungere una stazione tra Leytonstone High Road e Wanstead Park.[27]

Il gruppo di utilizzatori della linea e il consiglio del borgo di Islington hanno sostenuto la riapertura della stazione di Junction Road, dato che la sua vicinanza a Tufnell Park consentirebbe un interscambio con la Northern line.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Network Rail has completed the electrification works to the Gospel Oak to Barking line, su Network Rail. URL consultato il 30 novembre 2018.
  2. ^ (EN) Gospel Oak - Barking, su London's Abandoned Stations. URL consultato il 30 novembre 2018.
  3. ^ (EN) Map 9A (JPG), su joyce.whitchurch.btinternet.co.uk. URL consultato il 30 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2004).
  4. ^ (EN) On London Overground’s Gospel Oak to Barking line, electric dreams do come true, in CityMetric, 11 giugno 2018. URL consultato il 30 novembre 2018.
  5. ^ a b c d (EN) A Short History Of The Line, su Barking - Gospel Oak Rail User Group. URL consultato il 30 novembre 2018.
  6. ^ (EN) London Overground Suburban Network, su Railway Technology, 11 novembre 2007. URL consultato il 30 novembre 2018.
  7. ^ (EN) Mayor and Transport for London welcome £18.5m funding for the Gospel Oak to Barking line, su tfl.gov.uk, 30 luglio 2007. URL consultato il 30 novembre 2018.
  8. ^ (EN) Barking to Gospel Oak Railway and Freight Capability Enhancements, su The UK Department for Transport. URL consultato il 30 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 7 agosto 2007).
  9. ^ (EN) Transport for London signs new train leasing contract, su Transport for London, 20 febbraio 2008. URL consultato il 30 novembre 2018.
  10. ^ (EN) TfL tries to reduce line-closure time for GOBLIN electrification, su Rail Technology Magazine, 2 febbraio 2016. URL consultato l'8 novembre 2018.
  11. ^ (EN) REMINDER: Closure of Gospel Oak to Barking railway line, su Transport for London, 20 settembre 2016. URL consultato il 30 novembre 2018.
  12. ^ (EN) Beleaguered Barking to Gospel Oak line to reopen, in New Civil Engineer. URL consultato il 30 novembre 2018.
  13. ^ (EN) Sam Gelder, New Overground trains for Gospel Oak to Barking line delayed... by three months, in Islington Gazette. URL consultato il 30 novembre 2018.
  14. ^ (EN) New trains start rolling at last (PDF), su The Barking – Gospel Oak Rail User Group. URL consultato il 30 novembre 2018.
  15. ^ (EN) Arriva wins £1.5bn London Overground contract, in BBC News, 18 marzo 2016. URL consultato il 30 novembre 2018.
  16. ^ (EN) Working Timetable - Liverpool Street to Hornsey e..m.u.d. Chingford, Enfield Town, Hertford East, Roydon (PDF), su archive.nr.co.uk. URL consultato il 30 novembre 2018.
  17. ^ (EN) The Barking – Gospel Oak Rail User Group, su Barking-gospeloak.org.uk. URL consultato il 30 novembre 2018.
  18. ^ (EN) London Overground Review, page 5 (PDF), su tfl.gov.uk, 30 luglio 2008. URL consultato il 30 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 4 giugno 2011).
  19. ^ (EN) London Overground receives first new Class 710 EMU, in Global Rail News, 20 giugno 2018. URL consultato il 6 novembre 2018.
  20. ^ (EN) Ray Dudley Way pedestrian footpath opened on Monday, in The Bolton News, 13 agosto 2014. URL consultato il 30 novembre 2018.
  21. ^ (EN) Out-of-Station Interchanges (XLSX), su Transport for London. URL consultato il 30 novembre 2018.
  22. ^ (EN) National Rail, Accessibility Maps (London and South East) (PDF), su nationalrail.co.uk. URL consultato il 30 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2007).
  23. ^ (EN) London Overground Barking Riverside extension approved, su railjournal.com. URL consultato il 30 novembre 2018.
  24. ^ (EN) Barking Riverside extension, su Transport for London. URL consultato il 30 novembre 2018.
  25. ^ (EN) Barking Riverside Extension Intermediate Station Feasibility Report (PDF), su bailey.persona-pi.com, Dicembre 2015. URL consultato il 30 novembre 2018.
  26. ^ (EN) Call to bring London Overground to Thamesmead – south east London's largest town with no trains, in This is London Local, 22 settembre 2014. URL consultato il 30 novembre 2018.
  27. ^ (EN) Waltham Forest: Campaign for new station in Leytonstone, in Waltham Forest Guardian, 29 febbraio 2012. URL consultato il 30 novembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]