Gorgoniidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Gorgonia" rimanda qui. Se stai cercando santa Gorgonia, vedi Gorgonia di Nazianzo.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gorgoniidae
Leptogorgia sarmentosa it.jpg
Leptogorgia sarmentosa
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Radiata
Phylum Cnidaria
Classe Anthozoa
Sottoclasse Octocorallia
Ordine Alcyonacea
Sottordine Holaxonia
Famiglia Gorgoniidae
Lamouroux, 1812
Generi

Le gorgonie (Gorgoniidae Lamouroux, 1812) sono una famiglia di coralli dell'ordine Alcyonacea[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende octocoralli coloniali caratterizzati dalla presenza di spicole calcaree lunghe meno di 0,3 mm, che esibiscono complesse sculture verrucose disposte in serie ordinate. I polipi sono retrattili e possiedono uno stelo proteico di gorgonina.[2]

I vari generi si differenziano per la quantità e la morfologia delle spicole, oltreché per la forma delle colonie, che può essere a frusta, ramificata, reticolata o frondosa.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia ha una distribuzione cosmopolita.[3] La maggior parte delle specie è diffusa nelle acque calde dell'ecozona neotropicale, ma alcuni generi, come per esempio Eunicella, Leptogorgia e Lophogorgia, si trovano nelle acque temperate dell'Atlantico orientale e del mar Mediterraneo.

È diffusa dal piano infralitorale a quello batiale.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende i seguenti generi[1]:

Alcune specie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Gorgoniidae, in WoRMS (World Register of Marine Species). URL consultato il 6/5/2020.
  2. ^ Bayer F.M., Zoogeography and Evolution in the Octocorralian family Gorgoniidae.
  3. ^ (EN) Gorgoniidae Lamouroux, 1812, in Ocean Biogeographic Information System (OBIS). URL consultato il 6/5/2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]