Google TV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Google TV
Google tv logo.svg
Logo Google TV
Classe di computermedia center
Paese d'origineUSA
ProduttoreIntel, Sony, Logitech
Presentazione6 ottobre 2010
CPUPrima generazione: Intel Atom basato su CE4100 SoC.
Seconda generazione: Varietà di ARM SoC designs
SO di serieGoogle TV Operating System[1]
Sito Web

Google TV è stata una piattaforma smart TV di Google co-sviluppato da Intel, Sony e Logitech lanciata nell'ottobre 2010[2] con i dispositivi inizialmente realizzati da Sony e Logitech.[3] Google TV integrava il sistema operativo Android e il browser web Google Chrome al fine di creare una televisione interattiva basata su siti Internet di WebTV esistenti con l'aggiunta di un'avanzata interfaccia utente.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I dispositivi di prima generazione di Google TV sono tutti basati su processori con architettura x86 di Intel e sono stati creati e commercializzati da Sony e Logitech. I dispositivi di seconda generazione sono tutti basati su processori ARM, e vedono l'aggregazione di nuovi partners tra cui LG, Samsung, ,[4] Vizio, e Hisense. Nel 2013 sono entrati nel progetto Google TV, per la produzione dei dispositivi altri partners come Netgear, TCL, e ASUS; è stata introdotta la tecnologia di visione tridimensionale (3D TV).
In rapporto dell'ottobre 2013 si afferma che Google potrebbe cessare di utilizzare il marchio Google TV e richiedere tutti i nuovi dispositivi siano marchiati come Android TV.[5] La creazione della nuova piattaforma Android TV è stata confermata al Google I/O nel 2014.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Google TV sfrutta molti dei prodotti preesistenti di Google. Il sistema operativo di Google TV, versione personalizzata di Android, fornisce la base sottostante, permettendo agli sviluppatori di creare applicazioni che estendono le funzionalità del sistema. Il web browser Google Chrome fornisce una via d'accesso a Internet, consentendo al fruitore di navigare siti web e guardare la televisione, in contemporanea. I fruitori possono nello specifico accedere a HBO, CNBC, e contenuti da altri fornitori attraverso il browser Chrome. Android e Apple smartphone e tablet PC possono essere utilizzati come telecomandi per Google TV. è inoltre possibile la navigazione con telecomandi wireless forniti di tastiera QWERTY completa. Un aggiornamento nel novembre 2011, ha consentito l'accesso a Google Play e ha implementato funzioni di ricerca da TV in diretta, su Netflix, YouTube, HBO GO, Amazon, e altro ancora.[6]

App[modifica | modifica wikitesto]

Xyologic ha compilato una lista delle prime applicazioni di Google TV con il maggior numero di installazioni.[7] A partire dal novembre 2012, le applicazioni più installati sono Napster, Pandora Radio e CNBC.

Partners[modifica | modifica wikitesto]

La piattaforma di Google TV è fornito da Google agli OEM per l'implementazione nei propri prodotti di consumo. I dispositivi di prima generazione sono stati prodotti da Logitech e Sony. La seconda generazione di dispositivi consumer sono stati prodotti da Sony,[8] LG (vedi LG L9 SoC), Vizio,[9] Hisense, NetGear e ASUS. La terza generazione di dispositivi di consumo è stata annunciata da LG al 2013 International CES, con l'annuncio dei loro prossimi modelli di TV.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Additional Terms of Service for Google TV Devices – Google TV Help, Support.google.com. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  2. ^ Industry Leaders Announce Open Platform to Bring Web to TV, su google.com, 20 maggio 2010. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  3. ^ Here comes Google TV, su googleblog.blogspot.com, 4 ottobre 2010. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  4. ^ Samsung Plans Blu-ray Disc Google TV Release, Googletv.blogspot.com, 7 gennaio 2011. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  5. ^ Google to sunset Google TV brand as its smart TV platform merges with Android — Tech News and Analysis, Gigaom.com, 10 ottobre 2013. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  6. ^ Frequently Asked Questions – Google TV – Google Developers, Code.google.com. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  7. ^ The Early Days of Google TV Apps, Xyologic.com, 18 novembre 2012. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  8. ^ Sony outs 2nd-Gen Google TV boxes with streamlined remote, SlashGear. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  9. ^ Bryan Bishop, Vizio introduces Google TV-powered VAP430 media streamer, The Verge. URL consultato l'8 ottobre 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]