Google Map Maker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Google Map Maker
Logo
URL
Commerciale
Tipo di sito Cartografia
Registrazione obbligatoria
Proprietario Google Inc.
Creato da Google Inc.
Lancio Giugno 2008
Stato attuale chiuso

Google Map Maker è stato un servizio collaborativo progettato e distribuito da Google Inc. Il progetto era simile a OpenStreetMap, con la differenza che ogni contributo fornito volontariamente dagli utenti sarebbe restato di proprietà di Google, e permetteva di espandere e correggere le mappe schedate dal servizio di Google Maps, creato e distribuito dalla stessa società. Le modifiche, prima di essere visibili a tutti, dovevano essere rivedute da altri utenti e convalidate dalla stessa Google, onde evitare vandalismi, doppioni ed errori.

Dal 20 agosto 2013 è stato reso disponibile anche in Italia.[1] A causa di azioni di sabotaggio, è stato sospeso da maggio 2015 e riattivato ad agosto dello stesso anno, con alcune restrizioni al metodo di approvazione delle modifiche.[2]

Chiusura[modifica | modifica wikitesto]

Il servizio è stato ritirato ufficialmente il 31 marzo 2017 per aiutare gli utenti ad apportare più facilmente modifiche alle mappe.[3] Tuttavia le sue funzioni inizieranno ad essere implementate in Google Maps, sia nella versione per computer desktop sia in quella per dispositivi mobili.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Google Blog Italia, Arriva in Italia Google Map Maker, googleitalia.blogspot.it. URL consultato il 13 novembre 2014.
  2. ^ È stata bloccata la possibilità di inserire e modificare poligoni e corsi d'acqua.
  3. ^ Google Map Maker è stato chiuso, support.google.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Google Portale Google: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Google