Tumefazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Gonfiore)
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Tumefazione
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-10R22
MedlinePlus003103

La tumefazione è, in campo medico, un aumento del volume dei tessuti causato dalla presenza di edema e/o ematoma. Quando localizzata al cranio in seguito a un trauma fisico, viene comunemente chiamata bernoccolo[1].

Caratteristiche generali[modifica | modifica wikitesto]

Comunemente viene definito come gonfiore, termine che non va confuso con l'accumulo di gas, che avviene ad esempio nella distensione addominale. In patologia generale corrisponde al tumor.

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

Le cause che possono portare alla tumefazione di un organo sono molteplici e comprendono:

trauma della cute, infezione della cute, dermatite da contatto, eczema, reazione allergica, puntura di insetto, edema, sindrome premestruale, nefrite, sindrome nefrosica, epatite, vene varicose, colite ulcerosa, osteosarcoma oppure s, malnutrizione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ bernoccolo, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina