Isola Calva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Goli Otok)
Jump to navigation Jump to search
Isola Calva
Goli otok
Goli otok.jpg
L'isola vista dalla costa dalmata
Geografia fisica
LocalizzazioneCanale della Morlacca
Coordinate44°50′20″N 14°49′07″E / 44.838889°N 14.818611°E44.838889; 14.818611Coordinate: 44°50′20″N 14°49′07″E / 44.838889°N 14.818611°E44.838889; 14.818611
ArcipelagoIsole quarnerine
Superficie4,54[1] km²
Sviluppo costiero14,297[1]
Altitudine massima227[2] m s.l.m.
Geografia politica
StatoCroazia Croazia
RegioneRegione litoraneo-montana
ComuneLoparo
Cartografia
Goli mapa.jpg
Mappa di localizzazione: Croazia
Isola Calva
Isola Calva
voci di isole della Croazia presenti su Wikipedia

L'isola Calva[3][4][5][6] (in croato Goli otok), è un'isola della Croazia nel mare Adriatico. L'isola è situata a 3,3 km[2] dal litorale croato, dal quale è separato dal canale della Morlacca (Velebitski kanal), e comunica col Quarnerolo dal lato occidentale. Assieme alle contigue isole di Pervicchio e San Gregorio si trova tra le isole maggiori di Arbe e Veglia. Amministrativamente appartiene al comune di Loparo[7] della regione litoraneo-montana.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

L'isola Calva misura circa 3 km per 3[3], ha una superficie di 4,54 km²[1], lo sviluppo costiero è di 14,297 km[1] e l'elevazione massima, 227 m s.l.m.[2], è quella del monte Glavina[8] (Glavina). Le coste settentrionali e orientali sono alte e ripide, mentre a sud-ovest sono accessibili. Le due maggiori insenature dell'isola sono rivolte a sud: val Segnana Grande[9] e Piccola[10] (uvala Vela e Mala Senjska) e valle Grande[11] (Vela draga), dove si trova l'insediamento abbandonato di Maslinje. Le estremità dell'isola sono: punta Saialo[12] (rt Sajalo) a nord-ovest; punta Marcon[13] (rt Marconj) a nord-est; punta Blasna[14] (rt Blažna) a sud.

Isole adiacenti[modifica | modifica wikitesto]

Il campo di prigionia dell'isola Calva[modifica | modifica wikitesto]

Il campo di concentramento dell'isola Calva

L'isola Calva, così denominata a causa del suo aspetto (è una piccola isola rocciosa battuta dalla bora e quasi priva di vegetazione), è divenuta tristemente famosa nel secondo dopoguerra quale sede di un campo di concentramento della Jugoslavia destinato a ospitare gli oppositori al regime di Tito. In particolare, dopo la rottura tra Stalin e Tito del 1948, sull'isola vennero deportati molti dei comunisti, jugoslavi e non, vicini alle posizioni staliniste. Oltre a questi il campo ospitò detenuti politici anticomunisti e criminali comuni.[16]

Il totale dei detenuti politici sull'isola Calva fu inizialmente stimato in circa 16.000, dei quali più di 400 trovarono la morte per torture o sfinimento;[17] successivamente le ricerche dello scrittore e studioso Giacomo Scotti hanno valutato una cifra totale di circa 30.000 detenuti e quasi 4.000 morti per torture o pestaggi.[18] Gli italiani imprigionati a Goli Otok (per lo più immigrati dal monfalconese nel 1946) furono circa 300, dei quali 14 persero la vita.[19]

L'isola cessò di essere un campo di "rieducazione politica" nel 1956, ma la colonia penale fu chiusa definitivamente solo nel 1988. Ligio Zanini (1927-1993), poeta di Rovigno, scrisse Martin Muma (1990), un'autobiografia con racconto della sua prigionia nel famigerato campo. Un altro famoso prigioniero del campo fu Vlado Dapčević.

L'isola Calva nella letteratura[modifica | modifica wikitesto]

  • 1968: Kad do cvetale tikve - romanzo di Dragoslav Mihailovic sulle purghe politiche contro gli stalinisti negli anni '50
  • 1981: Noè fare Jutra - romanzo dell'autore sloveno Branko Hofman
  • 1984: Umiranje na obroke - libro autobiografico dello scrittore sloveno Igor Torkar, su Goli Otok e le condizioni di detenzione
  • 1984: Goli Otok: The Island of Death - libro dell'autore croato Venko Markovski, una storia dal carcere di Goli Otok
  • 1990: Martin Muma - libro autobiografico dello scrittore e poeta rovignese Ligio Zanini, sulla sua reclusione nel carcere di Goli Otok
  • 1991: Cas, ki ga ni - libro autobiografico dello scrittore sloveno Radovan Hrast, sulla sua prigionia nel carcere di Goli Otok
  • 1995 Sabbath's Theater - romanzo dell'autore Philip Roth
  • 1997: Goli Otok: Italiani nel Gulag di Tito - saggio storico dell'autore italo-croato, Giacomo Scotti[20]
  • 1997: Tito's Hawaii - romanzo di fantasia dell'autore jugoslavo Rade Panic[21]
  • 1997: Bando, Sagni glavu - libro autobiografico del superstite del campo di Goli Otok Vilim Lončarić
  • 2002: Brioni - saggio politico dell'autore sloveno Drago Jančar
  • 2005: Razglednica s ljetovanja - racconto autobiografico dall'autrice croata Dubravka Ugrešić; pubblicato nella rivista letteraria belgradese Rec časopis za književnost i kulturu, i društvena pitanja , br. 74/20, 2006 e nel libro Nikog nema doma, ed. Devedeset stupnjeva, Zagreb 2005. traduzione italiana Cartolina Estiva di Luka Zanoni, Osservatorio Balcani e Caucaso 2008[22]
  • 2008: Blindly (The Margellos World Republic of Letters) - romanzo dell'autore italiano Claudio Magris
  • 2004: Prigionieri del Silenzio - romanzo dell'autore Giampaolo Pansa
  • 2007: Island of the World - romanzo dell'autore Michael D. O'Brien, sul periodo di prigionia trascorso dal personaggio a Goli Otok e la sua fuga dal carcere
  • 2008: L'Isola Nuda - romanzo autobiografico di Dunja Badniević, in cui vengono raccolte le testimonianze scritte dal padre Ešref Badniević riguardo alla sua prigionia a Goli Otok
  • 2012: Hela Havet stormar (Opcop 2) - di Jan Arnaldo. Gran parte della storia è ambientata a Goli Otok.
  • 2019: La vita gioca con me - romanzo di David Grossman. L'anziana protagonista rievoca gli anni passati in prigionia sull'isola.
  • 2020: "Zastava 999 - Goli Otok: viaggio all'inferno" - opera teatrale di Patrizio Pacioni e Daniela Morandini

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Duplančić, pp. 12-30.
  2. ^ a b c (HR) Mappa topografica della Croazia 1:25000, su preglednik.arkod.hr. URL consultato il 27 maggio 2017.
  3. ^ a b Alberi, p. 469.
  4. ^ Natale Vadori, Italia Illyrica sive glossarium italicorum exonymorum Illyriae, Moesiae Traciaeque ovvero glossario degli esonimi italiani di Illiria, Mesia e Tracia, 2012, San Vito al Tagliamento (PN), Ellerani, p. 434, ISBN 978-88-85339293.
  5. ^ Cfr. "Isola Calva" in L'isola Calva a pezzi: bloccato il recupero dell'ex gulag di Tito, in Il Piccolo, 16 marzo 2013.
  6. ^ Cfr. "Isola Calva" in L'Isola Calva deve diventare area memoriale Archiviato il 23 settembre 2015 in Internet Archive., in La voce del popolo, 4 agosto 2014.
  7. ^ a b c (HR) Državni program [Programma Nazionale] (a cura di), Pregled, položaj i raspored malih, povremeno nastanjenih i nenastanjenih otoka i otočića [Analisi, posizione e schema di isolotti e piccole isole, periodicamente abitati e disabitati] (PDF), su razvoj.gov.hr, 2012, p. 9. URL consultato il 27 maggio 2017.
  8. ^ Vadori, p. 433.
  9. ^ Vadori, p. 607.
  10. ^ Vadori, p. 599.
  11. ^ Vadori, p. 612.
  12. ^ Vadori, p. 546.
  13. ^ Vadori, p. 543.
  14. ^ Vadori, p. 537.
  15. ^ Carta di cabottaggio del mare Adriatico[collegamento interrotto], foglio V, Milano, Istituto geografico militare, 1822-1824. URL consultato il 27 maggio 2017.
  16. ^ Goli Otok, AestOvest, Osservatorio Balcani e Caucaso 2008
  17. ^ Prigionieri nel lager di Tito Esce la lista dei 16mila nomi, Il Piccolo, 8 gennaio 2014
  18. ^ Giacomo Scotti, GOLI OTOK-Italiani nel gulag di Tito
  19. ^ Goli Otok, il gulag di Tito sul sito Storia in network
  20. ^ Scotti <! - Bot titolo generato ->
  21. ^ di Tito Hawaii di Rade Panic
  22. ^ Dubravka Ugrešić, Cartolina estiva (PDF), su AestOvest, Osservatorio Balcani e Caucaso, 2008.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Cartografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN245795773 · LCCN (ENsh88001922 · GND (DE4230275-4 · WorldCat Identities (ENviaf-245795773