Golfo di Middendorff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Golfo di Middendorff
Middendorff2b.PNG
Parte di Mare di Kara
Stato Russia Russia
Circondario federale Siberiano
Soggetto federale Flag of Krasnoyarsk Krai.svg Territorio di Krasnojarsk
Rajon Flag of Taymyr Autonomous Okrug.svg Tajmyrskij rajon
Coordinate 75°50′N 92°30′E / 75.833333°N 92.5°E75.833333; 92.5Coordinate: 75°50′N 92°30′E / 75.833333°N 92.5°E75.833333; 92.5
Idrografia
Immissari principali Tolevaja
Ghiacciato 9 mesi
Isole Isola di Rykačev
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Golfo di Middendorff
Golfo di Middendorff

Il golfo di Middendorff (in russo: Залив Миддендорфа, zaliv Middendorfa?) è un'insenatura profondamente frastagliata nella parte occidentale della penisola del Tajmyr e fa parte del mare di Kara. Si trova nella Federazione russa, nel kraj di Krasnojarsk e tutta la zona è parte della Riserva naturale del Grande Artico, la più grande riserva naturale della Russia.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il golfo è delimitato sul suo lato nord-orientale della penisola Zarja[1]. Il lato sud-orientale è costituito dalla riva Chariton Laptev (берег Харитона Лаптева). Alla sua imboccatura, ad ovest, ci sono molte isole la maggiore delle quali è l'isola di Rykačev. Nel golfo sbocca il fiume Tolevaja (река Толевая). Il clima è rigido, per nove mesi all'anno le acque sono gelate e anche d'estate non sono mai completamente prive di ghiaccio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le coste del golfo furono visitate per la prima volta nel 1741 da Chariton Laptev durante la Seconda spedizione in Kamčatka[2] di Vitus Bering.

Nel 1900, la spedizione di Eduard Toll a bordo della Zarja percorse le acque del golfo. Fu Toll a dargli questo nome in onore dell'esploratore e zoologo Alexander Theodor von Middendorff[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La penisola porta il nome della nave del barone Eduard Gustav von Toll Zarja
  2. ^ Detta anche "Grande spedizione del Nord" (in russo: Великая Северная экспедиция).
  3. ^ Erki Tammiksaar and Ian R. Stone (2007). Alexander von Middendorff and his expedition to Siberia (1842–1845). Polar Record, 43, pp 193-216. doi:10.1017/S0032247407006407. [1]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Mappa [2] (Rilevata nel 1979, ed. 1986)