Gold Cobra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gold Cobra
ArtistaLimp Bizkit
Tipo albumStudio
Pubblicazione28 giugno 2011
Durata49:38
Dischi1
Tracce13
GenereRap metal
Nu metal
EtichettaFlip, Interscope
ProduttoreFred Durst
FormatiCD, download digitale
Limp Bizkit - cronologia
Album precedente
(2008)
Album successivo
Singoli
  1. Shotgun
    Pubblicato: 17 maggio 2011

Gold Cobra è il sesto album in studio dei Limp Bizkit, pubblicato nel 2011. Pubblicato in due versioni, la Deluxe Edition contiene 4 tracce in più rispetto alla normale. Il disco è l'ultimo ad essere stato realizzato con DJ Lethal, licenziato nel 2012. Con questo lavoro la band ristabilisce un sound generalmente molto simile a quello dei loro primi tre album.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il disco è il primo ad essere registrato completamente dalla formazione originale del gruppo, cosa che non accadeva dall'album Chocolate Starfish and the Hot Dog Flavored Water. In questo lavoro, inoltre, i Bizkit ristabiliscono il loro sound rap metal e nu metal, parzialmente accantonato nell'album Results May Vary e in parte ripreso nel precedente The Unquestionable Truth (Part 1), anche se in una veste diversa rispetto lavori precedenti. In questo lavoro gli scratch e i vari effetti creati da DJ Lethal sono fortemente limitati rispetto agli altri album, a favore di un sound più duro e sostenuto da batteria, chitarra e basso. Nelle canzoni Walking Away, Loser e Shotgun il chitarrista Wes Borland suona alcuni assoli, una pratica abbastanza inusuale per il gruppo. Nella canzone Autotunage, il rapper del gruppo Fred Durst canta servendosi di Auto-Tune. Nella canzone Shark Attack Fred Durst fa riferimento alle prime parole della canzone Break Stuff ("It's just one of those days", in italiano "È solo uno di quei giorni"), modificandole ("Another one of those days", ossia "Un altro di quei giorni").

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Introbra – 1:20
  2. Bring It Back – 2:17
  3. Gold Cobra – 3:53
  4. Shark Attack – 3:26
  5. Get a Life – 4:54
  6. Shotgun – 4:32
  7. Douche Bag – 3:42
  8. Walking Away – 4:45
  9. Loser – 4:53
  10. Autotunage – 5:00
  11. 90.2.10 – 4:18
  12. Why Try – 2:51
  13. Killer in You – 3:46
Tracce bonus nell'edizione deluxe
  1. Back Porch – 3:23
  2. My Own Cobain – 3:45
  3. Angels – 3:22
  4. Middle Finger (feat. Paul Wall) – 4:27

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Vendite[modifica | modifica wikitesto]

Il disco, nonostante la band avesse lo annunciato come "Il nostro disco che creerà più dipendenza", non ha venduto quanto i precedenti, vendendo circa 27,000 copie nella prima settimana dalla sua pubblicazione negli U.S.A.. Nel 2014 sono state vendute oltre 1,000,000 di copie, 250,000 di queste solo negli Stati Uniti.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2011) Posizione
massima
Australia 12
Austria 2
Canada[1] 13
Germania 1
Italia[2] 58
Polonia 24
Russia 3
Stati Uniti[1] 16
Stati Uniti (alternative)[1] 2
Stati Uniti (digital)[1] 11
Stati Uniti (hard rock)[1] 1
Stati Uniti (rock)[1] 3

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f (EN) Limp Bizkit - Awards, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 10 marzo 2014.
  2. ^ Classifica italiana FIMI del 27 giugno 2011, su fimi.it. URL consultato l'8 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 27 febbraio 2014).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal