Goffredo Colombi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Goffredo Colombi
Goffredo Colombi.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1957
Carriera
Squadre di club1
1940-1941 Acqui ? (?)
1941-1942 Vigevano ? (?)
1942-1944 Pro Patria 28+ (4+)
1945-1946 Casale 14+ (2+)
1946-1948 Cremonese 63 (22)
1948-1949 Venezia 26 (6)
1949-1953 SPAL 118 (38)
1953-1955 Novara 22 (2)
1956-1957 Novese 19 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Goffredo Colombi (Stradella, 15 gennaio 1921) è un ex calciatore italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocava come interno. Cresce calcisticamente a Stradella e Vigevano[1] per passare nella più quotata Pro Patria dove nel 1942 esordisce in Serie B. Resta a Busto Arsizio anche per il Campionato di Guerra Alta Italia nel 1944 e dopo la Liberazione riprende a giocare con il Casale nel campionato misto di Serie B/C. Nel 1946 resta in Serie B con la Cremonese e con i lombardi segna 22 reti in 2 campionati.[2] Nel 1948 si trasferisce al Venezia sempre in Serie B che arrivando secondo viene promosso. Quindi viene di nuovo ceduto.

Nel 1949 passa alla SPAL: al termine del campionato 1949-1950 Colombi realizzerà 20 reti in 29 partite. Le 20 reti di Colombi si aggiungono alle 17 di Ciccarelli ed alle 22 di De Vito ma la SPAL arriverà terza e non verrà promossa, ma ci riuscirà nella stagione successiva. Confermato anche in Serie A, esordisce a 30 anni il 4 novembre 1951 in trasferta contro il Legnano (3-3). A Ferrara, Colombi resta fino al 1953.

Torna quindi a Novara dove resta in Serie A per altre 2 stagioni anche se le sue presenze iniziano a diradarsi.

Colombi ha giocato 74 gare in Serie A realizzando 11 reti mentre in Serie B ha segnato oltre 70 goal in oltre 220 partite.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

SPAL: 1950-1951
Parma: 1942-1943

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giocatori di calcio autorizzati a cambiare società nella stagione 1942(XX)-1943(XXI), da «Il Littoriale», 26 agosto 1942, pp. 2-3
  2. ^ Unione Sportiva Cremonese, oltre cento anni di storia, di Alexandro Everet e Carlo Fontanelli, GEO edizioni, 2005, da pagina 164 a pagina 172.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Marchetti (a cura di), Goffredo Colombi, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.
  • Scheda, carrierecalciatori.it.