Godfried Danneels

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Godfried Danneels
cardinale di Santa Romana Chiesa
Godfried maria jules danneels-1458143379.jpg
Il cardinale Danneels a Malines nel 2013
Coat of arms of Godfried Danneels.svg
Apparuit humanitas Dei Nostri
 
TitoloCardinale presbitero di Sant'Anastasia
Incarichi attuali
Incarichi ricoperti
  • Vescovo di Anversa (1977-1979)
  • Arcivescovo metropolita di Malines-Bruxelles (1979-2010)
  • Primate del Belgio (1979-2010)
  • Presidente della Conferenza Episcopale del Belgio (1979-2010)
  • Vicario castrense per il Belgio (1980-1986)
  • Ordinario militare per il Belgio (1986-2010)
  •  
    Nato4 giugno 1933 (85 anni) a Kanegem
    Ordinato presbitero17 agosto 1957 dal vescovo Emiel-Jozef De Smedt
    Nominato vescovo4 novembre 1977 da papa Paolo VI
    Consacrato vescovo18 dicembre 1977 dal cardinale Léon-Joseph Suenens
    Elevato arcivescovo19 dicembre 1979 da papa Giovanni Paolo II
    Creato cardinale2 febbraio 1983 da papa Giovanni Paolo II
     

    Godfried Danneels (Kanegem, 4 giugno 1933) è un cardinale e arcivescovo cattolico belga considerato tra i più progressisti della Chiesa cattolica[senza fonte].

    Attività pastorale[modifica | modifica wikitesto]

    Riceve l'ordine sacro il 17 agosto 1957, successivamente insegna e diviene poi professore di Teologia e Direttore spirituale del Seminario.

    Il 4 novembre 1977 papa Paolo VI lo nomina vescovo di Anversa; riceve la consacrazione episcopale il 18 dicembre dello stesso anno.

    Il 19 dicembre 1979 papa Giovanni Paolo II lo nomina arcivescovo di Malines-Bruxelles e primate del Belgio e, il 15 settembre 1980, ordinario militare per il Belgio.

    Nel concistoro del 2 febbraio 1983 viene creato cardinale da papa Giovanni Paolo II.

    Dal 1980 è anche presidente della Conferenza episcopale belga, carica che mantiene fino al 2010. È inoltre membro del Consiglio della II Sezione della Segreteria di Stato, della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, della Congregazione per l'Educazione Cattolica e della Congregazione per le Chiese Orientali.

    Il 18 gennaio 2010 papa Benedetto XVI accoglie la sua rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi di Malines-Bruxelles per raggiunti limiti di età.

    Il 27 febbraio 2010 Benedetto XVI lo solleva, per raggiunti limiti d'età, anche dall'ufficio di Ordinario Militare per il Belgio.

    Il 4 giugno 2013, compiendo 80 anni, perde il diritto di entrare in conclave e votare per l'elezione del Romano Pontefice; decade anche da tutti gli incarichi di Curia.

    Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

    Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

    Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

    Balì Cavaliere di Gran Croce di Giustizia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio (Casa di Borbone-Due Sicilie) - nastrino per uniforme ordinaria Balì Cavaliere di Gran Croce di Giustizia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio (Casa di Borbone-Due Sicilie)
    — [1]

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

    - (versione epub)

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

    Controllo di autoritàVIAF (EN95176718 · ISNI (EN0000 0000 8167 8534 · LCCN (ENn91011350 · GND (DE119248654 · BNF (FRcb121459275 (data) · BAV ADV11532419