Go-Cart (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Go-Cart
Go-Cart (programma televisivo).png
PaeseItalia
Anno19951997
Generecontenitore, per bambini
Durata20 minuti, poi 40 minuti e 100 minuti (solo sabato)
Lingua originaleitaliano
Crediti
Conduttore
IdeatoreClaudio Bondì, Antonella Giampaoli e Luca Raffaelli
RegiaGianfranco Gatta
ScenografiaAlida Cappellini e Giovanni Licheri
Rete televisivaRai 2

Go-Cart è stato un programma televisivo italiano di genere contenitore rivolto ai bambini, andato in onda su Rai 2 nella fascia preserale, che presentava cartoni animati della Warner Bros. Animation. Prese il via il 3 luglio 1995 e venne chiuso il 31 maggio 1997, lasciando il posto agli episodi di Tom & Jerry. Il programma, che nel 1995 ha segnato l'esordio di Maria Monsè[1], nella serata prima e dopo il TG2 ha avuto uno spin-off di nome Arriba!!! Arriba!!! con la conduzione di Heather Parisi, titolo alternativo che sarebbe stato modificato in Go-Cart – dai 2 agli 80. La voce del papero è quella di Mario Scarabelli.

Orario[modifica | modifica wikitesto]

Dal 3 luglio al 4 novembre 1995 la trasmissione è iniziata alle 20:20, durando circa 20 minuti. Dal 6 novembre l'inizio è stato anticipato alle 19:50, tutti i giorni dal lunedì al sabato. Durante il palinsesto autunnale 1996-1997, l'orario d'inizio della puntata del sabato era fissato alle 18:50.

Struttura del programma[modifica | modifica wikitesto]

Il contenitore Go-Cart, tra un cartone e l'altro, prevedeva dei momenti in studio in cui le conduttrici Maria Monsè e Violante Placido interagivano con il co-conduttore e disegnatore Silvio Scotti, con Andrea Golino nel ruolo di Ugo (personaggio umano proveniente dai cartoni animati), o con il pubblico a casa, per il quale erano programmati dei giochi telefonici a premi.

Dato il successo dei primi anni, il programma guadagnò uno spazio molto più ampio rispetto ai 20 minuti degli esordi, fino a diventare un preserale in piena regola. Man mano vennero aggiunti nuovi giochi e soprattutto alcuni personaggi, interpretati da attori, disegnati o in peluche, che diventarono presto mascotte; a tal proposito la sua mascotte simbolo fu un papero rosa con cappello e cravatta verdi (animato da Guido Manuli e doppiato da Federico Mattia Noviello).

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso delle prime due edizioni, la trasmissione andò in diretta in trasferta ad Amalfi per il Cartoons on the Bay; in questa occasione erano eccezionalmente presenti in trasmissione anche i bambini come pubblico. Inoltre, spesso il programma andava in onda eccezionalmente in prima serata, come apertura e chiusura di un film d'animazione di passaggio su Rai 2.

Lista di cartoni trasmessi da Go-Cart[modifica | modifica wikitesto]

Go-Cart Mattina[modifica | modifica wikitesto]

«Ciao, paperini! L'appuntamento è sempre qui a Go-Cart Mattina. Pa-pam-pam!!»

(Frase pronunciata dal papero solo per la chiusura)

«State ancora con noi, ne vedremo delle belle!!»

(Frase pronunciata dal papero prima di un altro episodio di una qualsiasi serie)

Go-Cart Mattina è stato uno spin-off di Go-Cart in onda la mattina alle 7:00 dal 17 marzo 1997 per sostituire Quante storie. Il contenitore, che non aveva conduzione ed è andato in onda anche dopo la soppressione del Go-Cart serale, è stato chiuso il 17 ottobre 2005, venendo così sostituito il giorno dopo da Random, un programma simile.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Maria Monsè dalla Fattoria - Foto, su Manilanet. URL consultato il 20 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2016).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph Baroni. Dizionario della Televisione, pag 548. Raffaello Cortina Editore. ISBN 88-7078-972-1.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione