Gnathophyllum elegans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gambero vinaio
Gnathophyllum elegans.jpg
Gnathophyllum elegans
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Arthropoda
Subphylum Crustacea
Classe Malacostraca
Sottoclasse Eumalacostraca
Superordine Eucarida
Ordine Decapoda
Sottordine Pleocyemata
Infraordine Caridea
Superfamiglia Palaemonoidea
Famiglia Gnathophyllidae
Genere Gnathophyllum
Specie G. elegans
Nomenclatura binomiale
Gnathophyllum elegans
(Risso, 1816)
Sinonimi

Drymo elegans

Il gambero vinaio (Gnathophyllum elegans (Risso, 1816)) è un crostaceo decapode appartenente alla famiglia Gnathophyllidae[1].

Habitat e distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Poco comune nel Mar Mediterraneo e nell'Oceano Atlantico orientale, su fondali rocciosi tra le alghe e le fanerogame da 20 a 40 metri di profondità.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Chele chiare, biancastre, corpo di colore viola-marrone puntinato in bianco. Fino a 30 millimetri.

Alimentazione e comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Tipicamente notturno. Detritivoro, si nutre anche di piccoli molluschi ed anellidi.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

La deposizione delle uova, violacee, avviene tra luglio e novembre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Egidio Trainito, Atlante di flora e fauna del Mediterraneo, 2004ª ed., Milano, Il Castello, 2004, ISBN 88-8039-395-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi