Gli ultimi giorni di Pompei (film 1908)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gli ultimi giorni di Pompei
Paese di produzione Italia
Anno 1908
Durata 366 m (13 min circa) (Italia) - 380 metri (15 min circa) (Germania/Austria/Francia)
Dati tecnici B/N
rapporto: 1,33 : 1
film muto
Genere storico, drammatico
Regia Arturo Ambrosio, Luigi Maggi
Soggetto Edward Bulwer-Lytton (romanzo)
Sceneggiatura Roberto Omegna
Produttore Arturo Ambrosio
Casa di produzione Ambrosio Film
Fotografia Roberto Omegna, Giovanni Vitrotti
Interpreti e personaggi

Gli ultimi giorni di Pompei è un film muto italiano del 1908, diretto da Arturo Ambrosio e Luigi Maggi, ma girato da Roberto Omegna.[1] Prima trasposizione cinematografica del romanzo Gli ultimi giorni di Pompei (1834) di Edward Bulwer-Lytton, fu il primo film storico-epico del cinema italiano[2].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film, ambientato nel 79 d.C., ripercorre una serie di vicende amorose e drammatiche vissute dai protagonisti Nidia, Arbace e Glauco sotto lo sfondo di una Pompei fiorente ma messa gravemente in pericolo dall'eruzione del Vesuvio.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Fu prodotto dalla Società Anonima Ambrosio, la casa di produzione e distribuzione torinese fondata nel 1906.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito dalla Società Anonima Ambrosio. Uscì nelle sale italiane nel dicembre 1908.

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

IMDb

  • Francia dicembre 1908
  • Italia dicembre 1908
  • Germania gennaio 1909
  • Austria febbraio 1909
  • UK febbraio 1909
  • USA aprile 1909

Alias

  • De laatste dagen van Pompeï Paesi Bassi (titolo informale letterale)
  • Die letzten Tage von Pompeji Germania
  • La destruccion de Pompeya Spagna
  • Les Derniers jours de Pompéi Francia
  • Pompeis sidste page Danimarca
  • The Last Days of Pompeii USA

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mario Verdone, L'ultima intervista con Omegna, in Cinema, vol. 1, nº 4, 15 dicembre 1948.
  2. ^ Giacomo Gambetti, Capire il cinema e la televisione, Gremese Editore, 2006, p. 146, ISBN 978-88-8440-436-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema