Gli strumenti del comunicare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gli strumenti del comunicare
Titolo originale Understanding Media: The Extensions of Man
Autore Marshall McLuhan
1ª ed. originale 1964
Genere saggio
Sottogenere sociologia
Lingua originale inglese

Gli strumenti del comunicare è un saggio scritto da Marshall McLuhan nel 1964, pubblicato in Italia nel 1967 da Il Saggiatore, Milano.

La versione originale in inglese è titolata Understanding Media: The Extensions of Man (vale a dire Capire i media: le estensioni dell'uomo) mentre il titolo della traduzione italiana - "Gli strumenti del comunicare" - tende a ridurre la portata concettuale del saggio.


Trama[modifica | modifica wikitesto]

Contiene i concetti come "il medium è il messaggio", "villaggio globale", "rivoluzione elettronica", "media caldi e media freddi". Questo libro non ha mai smesso di essere citato, letto, amato, studiato e male interpretato.

Seppur difficilmente classificabile all'interno di una categoria del pensiero o della scienza, resta un modello significativo di interpretazione della comunicazione. L'autore dimostra come i media trasformano tutto ciò che toccano, anche le realtà umane.