Gli infermieri della mutua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gli infermieri della mutua
Gli infermieri della mutua7.jpg
Dada Gallotti, Pino Caruso e Alida Chelli in una scena del film
Lingua originaleItaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1969
Durata96 min
Generecommedia
RegiaGiuseppe Orlandini
SoggettoDino Verde, Giuseppe Orlandini, Roberto Gianviti
SceneggiaturaDino Verde, Giuseppe Orlandini, Roberto Gianviti
ProduttoreEnrico Cogliati Dezza
Casa di produzioneAscot Cineraid Cinecidi
Distribuzione in italianoMagna Cin. Ca
FotografiaFranco Delli Colli
MontaggioAntonietta Zita
MusicheCarlo Rustichelli
ScenografiaGiorgio Postiglione
CostumiSilvana Scandariato
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Gli infermieri della mutua è un film del 1969 diretto da Giuseppe Orlandini, ed interpretato da Pino Caruso, Peppino De Filippo, Bice Valori e Lino Banfi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Per aumentare la sua clientela il dottor Borselli non disdegna di usare i metodi più impensati e truffaldini, anche con l'aiuto di Gennarino, portiere, che, grazie alle prescrizioni del dottor Borselli e a spese della sua mutua, è riuscito a mettere da parte una quantità tale di medicinali da fare invidia ad una farmacia e con i quali si procura un notevole commercio tra i condomini del suo stabile. Un commerciante veneto arriva a Roma e si rompe una gamba cadendo dalla scaletta dell'aereo. Sull'ambulanza viene convinto a farsi ricoverare nella clinica del dottor Borselli piuttosto che all'ospedale. Per un equivoco è scambiato per una persona ricca e posto in una camera a pagamento, salvo essere spostato in corsia dopo aver scoperto la verità. Nel frattempo il dottor Borselli gestisce pure uno studio medico per mutuati e pazienti paganti con tecniche e stili ben diversi. I sospetti della dottoressa Venanzi cominciano a smuovere le acque e lo zio del commerciante (importante funzionario del ministero della sanità) che non riesce a rintracciare il nipote, spostato continuamente dalla corsia alle stanze a pagamento a seconda della situazione, apre un'inchiesta. Il professor Gariboni, sulla lista paga di Borselli, lo avverte della severa indagine che egli stesso è incaricato di condurre: Borselli riuscirà invece a minacciarlo di uno scandolo per aver cercato di sedurre la moglie. Alla fine anche la severa dottoressa Venanzi si convertirà ai metodi truffaldini del dottor Borselli.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema