Gli indesiderabili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gli indesiderabili
Indesiderabili.png
Gli "indesiderabili" del film
Titolo originaleGli indesiderabili
Lingua originaleitaliano e inglese
Paese di produzioneItalia
Anno2003
Durata94 min
Generedrammatico
RegiaPasquale Scimeca
Soggettodal romanzo di Giancarlo Fusco
SceneggiaturaAnna Bonaiuto, Pasquale Scimeca
FotografiaPasquale Mari
MontaggioBabak Karimi
MusicheNicola Piovani
ScenografiaOsvaldo Desideri
Interpreti e personaggi

Gli indesiderabili è un film del 2003 diretto da Pasquale Scimeca.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1951 fanno ritorno a Genova, provenienti dagli Stati Uniti dopo un processo celebrato a New York, 120 italo-americani, per lo più mafiosi e criminali, considerati "indesiderabili" dal governo statunitense e pertanto rimpatriati in Italia. Del gruppo fanno parte, fra gli altri, Frank Frigenti, Lily Valentino, Lu Grifasi, ma anche alcuni anarchici, come Ezio Taddei. Ad accoglierli all'arrivo, dopo un viaggio in nave durato due settimane, sono presenti curiosi, fotografi e giornalisti, fra cui Giancarlo Fusco, giornalista de Il Secolo XIX, incaricato di scrivere un breve articolo.

Mentre intervista questi personaggi, Fusco riconosce proprio in Taddei un suo vecchio compagno di liceo, e, incuriosito, decide di andare a fondo e svolgere un'inchiesta.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema