Giverny

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giverny
comune
Giverny – Veduta
Casa e giardino di Claude Monet
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneBlason region fr Normandie.svg Normandia
DipartimentoBlason département fr Eure.svg Eure
ArrondissementLes Andelys
CantoneVernon
Territorio
Coordinate49°04′N 1°32′E / 49.066667°N 1.533333°E49.066667; 1.533333 (Giverny)Coordinate: 49°04′N 1°32′E / 49.066667°N 1.533333°E49.066667; 1.533333 (Giverny)
Altitudine17 m s.l.m.
Superficie6,45 km²
Abitanti509 (2015)
Densità78,91 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale27620
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE27285
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Giverny
Giverny
Sito istituzionale

Giverny è un comune francese di 523 abitanti situato nel dipartimento dell'Eure nella regione della Normandia.

Nel villaggio di Giverny si trova la casa dove dimorò e morì Claude Monet dal 1883 al 1926, che oggi ospita la Fondation Claude Monet.

Il «Musée des impressionnismes Giverny», vero "museo degli impressionismi" presenta ogni anno due-tre mostre temporanee che riuniscono i più grandi nomi dell'impressionismo, in particolare quelli della colonia di pittori di Giverny e della Valle della Senna.

Il giardino di Claude Monet a Giverny

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Giverny è un comune dell'estremo est del dipartimento dell'Eure, limitrofo a quello dell'Yvelines e vicino a quello di Val d'Oise. Si situa sulla riva destra della Senna, alla confluenza con il fiume Epte, a 5 km est da Vernon e a 70 km da Parigi.

La principale via di comunicazione del comune è la strada dipartimentale D5, che la unisce a Vernon e alla Roche-Guyon.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La parrocchia è fondata durante il regno merovingio e la chiesa è dedicata a Santa Radegonda.

Nel 1883 Claude Monet si stabilisce nel villaggio, in una casa che affitta e poi compra nel 1890. Ne modifica la forma e riorganizza completamente il frutteto in giardino fiorito. Farà scavare nel 1893, su un ramo dell'Epte, il bacino delle ninfee ai bordi del quale dipingerà Le Ninfee. Morto il 5 dicembre 1926, è sepolto nel cimitero a fianco la chiesa. Alla stessa epoca, molti pittori, soprattutto americani, si stabiliscono nel villaggio.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Salon international du pastel (Art du pastel en France) ogni anno a fine maggio inizio giugno
  • Musica da camera a Giverny (festival international de musique de chambre) fine agosto inizio settembre
  • Festival di Giverny, festival di musica moderna, presenta autori, compositori e interpreti. A settembre
  • La Normandia e il Mondo, festival internazionale del cinema di Vernon (inizio luglio, al musée des impressionnismes)
  • Rock in the Barn, festival di musica moderna
  • Le mostre tematiche del Musée des Impressionnismes di Giverny
  • La cantante italiana Jen Harley ha dedicato alla città una canzone in stile pop-rap nel Novembre 2018

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Luoghi e monumenti[modifica | modifica wikitesto]

  • La casa e il giardino di Claude Monet. Il giardino ha ottenuto il marchio di "jardin remarquable" (giardino notevole). La proprietà fa parte dei monumenti storici dal 6 aprile 1976.
  • Il musée des impressionnismes di Giverny espone le opere originali dei più grandi nomi della corrente impressionista, in particolare la colonia dei pittori di Giverny e della valle della Senna.
  • L'antico hotel Baudy e il suo roseto, dove si riunivano i pittori.
  • La chiesa di Santa Radegonda, edificio in stile romanico dell'XI secolo (iscritta nell'inventario dei monumenti storici).
  • La "Pierre de Sainte-Radegonde", ad ovest in prossimità della chiesa che porta lo stesso nome.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN234119352 · BNF (FRcb15253522n (data) · WorldCat Identities (EN234119352
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia