Giuseppe Verdi (film 1953)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Verdi
Gabiandre1.jpg
Gaby André
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1953
Durata121 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,37:1
Generebiografico, drammatico, musicale, sentimentale
RegiaRaffaello Matarazzo
SoggettoMaleno Malenotti
SceneggiaturaLeo Benvenuti, Liana Ferri, Mario Monicelli, Piero Pierotti, Giovanna Soria
ProduttoreConsorzio Verdi, G.E.S.I. Pat Film
Distribuzione (Italia)PAT Regionale
FotografiaTino Santoni
MontaggioMario Serandrei
MusicheGiuseppe Verdi (musiche scelte), Renzo Rossellini (consulente)
ScenografiaAlberto Boccianti
Interpreti e personaggi

Giuseppe Verdi è un film biografico del 1953, diretto dal regista Raffaello Matarazzo.

Fu distribuito nelle sale italiane il 22 dicembre 1953.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Siamo nel 1901 e ormai l'anziano Giuseppe Verdi è vicino alla morte, ma prima di morire ritorna con la mente nel passato nel lontano 1838.

Giuseppe è a Milano, la celebre città che ha ospitato gran parte dei più famosi compositori italiani, e tenta di superare l'esame di ammissione al conservatorio per guadagnarsi da vivere con la sua famiglia. Venendo respinto, Giuseppe non si arrende e poco tempo dopo ha un discreto successo con la sua prima opera: Oberto, Conte di San Bonifacio. Passando più avanti con gli anni, Giuseppe Verdi dopo aver superato un brutto periodo di crisi, ottiene il successo incontrando il soprano Giuseppina Strepponi che gli spianerà la strada verso il successo; la fama del compositore aumenterà ancora di più con la composizione del Nabucco nel 1842.

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Incasso accertato sino a tutto il 31 marzo 1965: Lit 957.429.559

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema