Giuseppe Nisticò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Nisticò
Giuseppe Nisticò.jpg

Presidente della Regione Calabria
Durata mandato 23 aprile 1995 –
9 maggio 1998
Predecessore Donato Veraldi
Successore Battista Caligiuri

Sottosegretario di Stato del Ministero della Salute
Durata mandato 10 maggio 1994 –
17 gennaio 1995
Presidente Silvio Berlusconi
Predecessore Nicola Savino
Successore Mario Condorelli

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XII
Gruppo
parlamentare
Forza Italia
Circoscrizione Lazio
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia
Titolo di studio laurea in medicina
Professione docente universitario

Giuseppe 'Pino' Nisticò (Cardinale, 16 marzo 1941) è un politico italiano, Presidente della Regione Calabria dal 1995 al 1998, già senatore e parlamentare europeo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in medicina con 110 e lode presso l'Università di Napoli nel 1965 e specializzato in neuropsichiatria presso l'Università di Modena nel 1968.

E’ stato Professore di Farmacologia a partire dal 1970 fino al 2011 dell’Università di Napoli, Londra, Messina, Catanzaro (dove è stato Preside della Facoltà di Farmacia e Prorettore dell’Università) e Roma Tor Vergata.

Dopo essere stato Commissario della Fondazione EBRI Rita Levi-Montalcini attualmente è il Direttore Generale della stessa Fondazione.

E’ stato Direttore dell’European School for the Assessment of New Medicines dell’Università di Roma Tor Vergata e relativo Master.

E’ stato promotore e Direttore del Comitato Scientifico e di Gestione del nuovo Corso di laurea in Farmacia (in lingua inglese) dell’Università di Roma Tor Vergata.

Autore di oltre 300 pubblicazioni scientifiche e autore o editore di 20 volumi nel campo delle Neuroscienze pubblicati per lo più da prestigiose case editrici internazionali.

Ha tenuto relazioni scientifiche su invito in numerose città del mondo.

E’ stato insignito di numerosissimi premi e riconoscimenti fra cui la laurea ad honorem presso l’Università di Cordoba in Argentina ed ha ricevuto l’Award in Neurosciences presso l’Università della Louisiana. Ha ricevuto la cittadinanza ad honorem di diverse città e le chiavi della città di Buenos Aires e della città di New Orleans.

E’ stato rappresentante italiano nella Commissione Scientifica del Farmaco (CHMP, EMA, Londra). Inoltre, è stato il Rappresentante del Parlamento Europeo in seno al Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia Europea del Farmaco.

Nel 1994 viene eletto senatore nelle liste del Polo del Buon Governo nella circoscrizione Lazio, dove esercita la sua professione e svolge il ruolo di sottosegretario alla Sanità nel Governo Berlusconi I.

Nel 1995 si candida alle elezioni regionali in Calabria, indicato per la presidenza della Giunta regionale da uno schieramento di centrodestra, che ottiene la maggioranza dei seggi. Svolge il ruolo di Presidente della Regione fino al 1998.

Nel 1999 viene eletto al Parlamento europeo per la lista di Forza Italia, dove è stato membro della Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la politica dei consumatori e della Delegazione alla commissione parlamentare mista Spazio economico europeo. Rimane in carica fino al 2004.


Predecessore Sottosegretario di Stato del Ministero della Salute Successore Emblem of Italy.svg
Nicola Savino 10 maggio 1994-17 gennaio 1995 Mario Condorelli
Predecessore Presidente della Regione Calabria Successore Emblem of Italy.svg
Donato Veraldi 23 aprile 1995- 9 maggio 1998 Battista Caliguri

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]