Giuseppe Fatini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuseppe Fatini (Piancastagnaio, 5 gennaio 1884Firenze, 24 febbraio 1963) è stato uno scrittore italiano.

Fatini fu insegnante, preside liceale, studioso di letteratura e storia.

Conseguita la laurea in lettere a Pisa nel 1906, dopo alcuni anni di insegnamento nel 1925 divenne preside del liceo classico di Grosseto.

Dal 1932 al 1935 fu alla guida del liceo Cicognini di Prato (oggi Liceo Cicognini-Rodari), dove poté valersi della documentazione d'archivio per la sua monografia sugli anni trascorsi da Gabriele D'Annunzio nel convitto cittadino.

Passò poi alla presidenza del Liceo classico Galileo di Firenze.

Infaticabile ricercatore in campo storico-archivistico, dedicò particolare attenzione a vicende amiatine e grossetane e fu cultore di studi letterari, con spiccato interesse per Giosuè Carducci, Giovanni Pascoli, Ludovico Ariosto e Agnolo Firenzuola.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonello Nave, Il liceo classico ‘F. Cicognini' di Prato negli anni del fascismo (1922-1944), Prato 1995, pp. 36-47.
  • Antonello Nave, Giuseppe Fatini preside del liceo pratese, in “Amiata Storia e Territorio”, XIII, 43, aprile 2003, pp. 39-42.
  • Antonello Nave, A proposito di Carducci. Tre lettere dal carteggio inedito di Giuseppe Fatini e Manara Valgimigli, in «Amiata Storia e Territorio», XIX, 52, agosto 2006, pp. 17-18.
  • Antonello Nave-Giorgio Ronconi, Quando la sera cala. Un carteggio tra Manara Valgimigli e Giuseppe Fatini (1956-1962)??, in «Atti e Memorie dell’Accademia Galileiana di Scienze, Lettere ed Arti già dei Ricovrati e Patavina», CXXIV (2011-2012), III, pp. 155-190.
Controllo di autorità VIAF: (EN44394980 · LCCN: (ENn82232870 · SBN: IT\ICCU\CFIV\085542 · ISNI: (EN0000 0001 1568 5936 · BNF: (FRcb12455855v (data) · BAV: ADV10130461
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie