Giuseppe Doveri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giuseppe Doveri (Siena, 14 luglio 1792Livorno, 13 febbraio 1857) è stato un docente, filantropo e traduttore italiano.[1][2][3][4]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giuseppe Doveri nacque a Siena, da Ranieri Doveri e Martina Scali.

Nel 1813 venne eletto, dal Gran Maestro dell'Università Imperiale di Parigi[5], Reggente della Cattedra di matematiche e nautica nel Collegio di Livorno. Successivamente, sul finire del 1814, dal Granduca Ferdinando III, venne confermato Professore nella Cattedra dello stesso nome, istituita a far parte delle scuole pubbliche di quella città. Fu maestro del matematico Enrico Betti.

Morì a Livorno il 13 febbraio 1857.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Filippo Corridi, Della vita e degli studi del professor Giuseppe Doveri, Firenze, Tipografia Tofani, 1857, pp. 1-12.
  2. ^ F. Pera, Ricordi e biografie livornesi, vol. I, Livorno, F. Vigo, 1867, pp. 391-397.
  3. ^ A. Linaker, La vita e i tempi di Enrico Mayer, vol. I, Firenze, Barbèra, 1898, p. 12.
  4. ^ Doveri Giuseppe Editrice Bibliografica
  5. ^ Pisa e Livorno erano sotto l'occupazione napoleonica, subendo grandi trasformazioni anche nelle istituzioni universitarie, quindi anche nella nomenclatura dei titoli ed incarichi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]