Giuseppe Balzaretto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Balzaretto (dettaglio del monumento del 1876 a lui dedicato, collocato sulla rocaille dei Giardini pubblici di Porta Venezia di Milano).

Giuseppe Balzaretto, o Balzaretti (Pavia, 1801Milano, 30 aprile 1874), è stato un architetto italiano, attivo soprattutto nell'edilizia privata e di giardini.

Le opere[modifica | modifica wikitesto]

Il Balzaretto predilesse l'architettura dei giardini: nel 1858 ricevette l'incarico dal Governo austriaco di ampliare e riordinare i giardini pubblici di Porta Venezia a Milano, optando per un elegante giardino all'inglese, forma che preferì anche per la realizzazione dei giardini privati della Villa Visconti Castiglioni Maineri a Cassinetta di Lugagnano e della Villa Sironi Marelli a Robecco sul Naviglio.

Numerose sono le strutture che portano la sua firma in Lombardia ed in altre regioni italiane: a Milano Palazzo Poldi Pezzoli (1853), La Ca' de Sass ovvero la prima sede della Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde a Milano (1869-71); la Pia casa degli incurabili ad Abbiategrasso (1873); il parco della Villa Borromeo d'Adda ad Arcore e a Varese la villa "Andrea Ponti" del complesso "Ville Ponti" (1859).

I suoi resti, esumati, si trovano al Cimitero Monumentale di Milano, collocati nella celletta-ossario 126 del Riparto VI dell'Edicola Q di Ponente Inferiore[1].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Milano, App di ricerca defunti Not 2 4get.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN59950482 · ULAN: (EN500001675
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie