Giuseppe Arcidiacono

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Arcidiacono

Giuseppe Arcidiacono (Acireale, 19271998) è stato un fisico italiano, fratello del chimico e divulgatore scientifico Salvatore Arcidiacono.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la laurea in fisica nel 1951 all'Università di Catania, vinse una borsa di studio dell'Istituto Nazionale di Alta Matematica, iniziando a lavorare con il matematico Luigi Fantappié.

Nel 1958 vince una borsa di studio e si reca così a Parigi, presso l'Institut Henri Poincaré. Vince poi il premio per la matematica, istituito dall'Accademia Nazionale dei Lincei. Dal 1969 fino alla sua morte, per quasi trent'anni è docente di meccanica superiore presso l'università di Perugia.

Il suo impegno come ricercatore si è principalmente rivolto alla realizzazione di un possibile modello unificato dei campi di forze nella fisica, sulla falsariga dell'opera di Maxwell e della sua teoria elettromagnetica che portò all'unificazione dei campi elettrico e magnetico. Arcidiacono ha così costruito una classe di teorie unificate tali che, nelle sue intenzioni, ogni teoria potesse inglobare o costituire la generalizzazione di quella precedente[senza fonte]. Partendo poi dalla relatività ristretta, sulla base dei lavori del suo maestro Luigi Fantappié, ha formulato la cosiddetta teoria della relatività proiettiva, nella quale il campo elettromagnetico lo si considera come unificato a quello idrodinamico[senza fonte], nonché la cosiddetta relatività conforme, nella quale, invece, ha cercato di unificare il campo elettromagnetico con quelli idrodinamico e gravitazionale[senza fonte][1].

Si è pure interessato di cosmologia e di matematica, approfondendo la teoria dei gruppi di rotazioni, nonché di alcune generalizzazioni delle operazioni aritmetiche.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Universo e relatività, Editrice Massimo, Milano, 1967.
  • La teoria della relatività, Libreria Eredi V. Veschi, Roma, 1970.
  • Relatività e cosmologia, Libreria Eredi V. Veschi, Roma, 1973.
  • Entropia, sintropia, informazione, Di Renzo Editore, Roma, 1991, 2006 (rist.).
  • La teoria degli universi - Gli universi relativistici di Einstein, Vol. I, Di Renzo Editore, Roma, 1996.
  • L'uomo, la vita, il cosmo, Di Renzo Editore, Roma, 1999.
  • La teoria degli universi - Gli universi ipersferici n-dimensionali, Vol. II, Di Renzo Editore, Roma, 2000.
  • La relatività dopo Einstein, Di Renzo Editore, Roma, 1991, 2006.
  • Fantappiè e gli Universi, Di Renzo Editore, Roma, 2005.
  • Zero, infinito, immaginario, Di Renzo Editore, Roma, 2005.
  • Spazio, iperspazio, frattali, Di Renzo Editore, Roma, 2004.
  • Projective Relativity, Cosmology, and Gravitation, Hadronic Press, Cambridge, Mass., 1986. ISBN 09-1176-739-8
  • Projective Relativity Cosmology and Gravitation, Roma, Di Renzo Editore, 2006.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppe Arcidiacono, biografia e opere, su giuseppearcidiacono.net. URL consultato il 19 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 14 febbraio 2009).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito dedicato, su giuseppearcidiacono.net. URL consultato il 19 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 14 febbraio 2009).
Controllo di autoritàVIAF (EN90086584 · ISNI (EN0000 0000 6178 2377 · SBN AUFV000259 · BNF (FRcb112156748 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-90086584