Giulio Bargellini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La primavera, 1910

Giulio Bargellini (Firenze, 14 febbraio 1875Roma, 10 marzo 1936) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Frequentò l'Istituto di Belle Arti di Firenze. Nel 1895 realizzò Il ritorno dei naufraghi (oggi nella National Art Gallery di Sydney) e successivamente Resurrezione e il Savonarola, oggi nella Galleria d'arte moderna di Roma. A lui si deve la decorazione nella cappella privata della villa Targioni, poi Peragallo, a Calenzano.

Raggiunse la notorietà vincendo il concorso per le lunette in mosaico per il propileo dell'Unità nel Vittoriano: la Legge, il Valore, la Pace, l'Unione. Sempre al Vittoriano, sono suoi i disegni dei mosaici nella cripta, tra i quali il Cristo morente sulla parete che sovrasta il loculo.

A Roma realizzò anche le decorazioni del palazzo della Banca d'Italia, del palazzo di Giustizia, del palazzo dell'Istituto nazionale delle Assicurazioni, nella chiesa di Santa Prassede e gli affreschi nel ministero degli Interni.

Morì a Roma il 10 marzo 1936, mentre era impegnato nell'elaborazione dei cartoni per la cattedrale di Messina.

È sepolto nel cimitero di Calenzano.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • R. Angeletti-E. Natali, Gli artisti a Roma, Roma 1904, 1, pp. 43-45;
  • A. Colasanti, La Galleria Nazionale d'Arte Moderna in Roma, Milano - Roma 1923, p. 121;
  • P. Vittoria, La Conciliazione negli affreschi di Giulio Bargellini, in Illustrazione romana, 1 (1939), pp. 14-17;
  • F. Sapori, Il Vittoriano, Roma 1946, pp. 128, 151;
  • G. Bistolfl, Giulio Bargellini, senza data;
  • Enciclopedia Treccani, VI volume, pagina 175

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95955949 · GND (DE13805889X · ULAN (EN500042184 · WorldCat Identities (EN95955949