Giulio Aleni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Giulio Aleni o Alenio (Brescia, 1582Yanping, 10 giugno 1649) è stato un gesuita, missionario, astronomo, letterato, geografo e matematico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Giulio Aleni: La vita di Gesù

Entrato nella Compagnia di Gesù in giovane età, viene inviato in Cina dove presta attività di missionario per circa quarant'anni. Sbarca a Macao nel 1610 e per tre anni si impegna nell'insegnamento della matematica, ritenendo che questa attività favorisca il suo inserimento nel mondo culturale e nella società cinese.

Adotta vesti e abitudini di vita cinesi ed impara la lingua, nella quale scriverà 25 libri, utili per la sua opera di missionario e per diffondere le conoscenze europee.

È il primo missionario cristiano nel Jiangsi, costruisce parecchie chiese nel Fujian; dal 1619 opera ad Hangzhou e Jiangzhou.

Rispettoso della cultura cinese, come missionario si preoccupa costantemente di presentare il messaggio evangelico in termini comprensibili ai suoi uditori. Scrive una vita di Gesù in otto volumi, pubblicata a Pechino (1635-1637), ristampata varie volte, ad es. nel 1887 in tre volumi, e utilizzata anche dai missionari protestanti.

Egli si mantiene in corrispondenza epistolare con l'astronomo Giovanni Antonio Magini e diffonde nel mondo cinese anche conoscenze astronomiche e matematiche. È autore di un mappamondo che riprende quello di Matteo Ricci e si intitola Wan-kuo ch'uan-t'u, (Mappa completa di tutte le Nazioni), pubblicato intorno al 1620.

È autore di un trattato di geografia, (Zhifang waiji) pubblicato in sei volumi nel 1623.

Dai cinesi è conosciuto come 艾儒略, Ai Ru-lue, e soprannominato Confucio dell'Occidente.

A Brescia la figura di Aleni è stata ricordata in due convegni: il primo svoltosi dal 19 al 22 ottobre 1994, intitolato "Giulio Aleni S. J. (1582-1649), Missionary in China", il secondo, dal titolo "Da Leno alla Cina. Dalla Cina a Leno. Nel 2009 è stata pubblicata, come primo volume dell'Opera Omnia, la traduzione in italiano del Zhifang waiji: si tratta della prima traduzione in assoluto dal cinese ad una lingua occidentale. Il volume contiene anche il testo originale e la mappa del 1623. Il 26 giugno 2010 il ruolo storico di Aleni è stato al centro di un convegno "Incontro fra Oriente e Occidente" si è tenuto di recente. Una mostra dal titolo "Sulle tracce di Aleni" ha avuto luogo dal 26 giugno all'11 luglio presso la Villa Badia di Leno. Inoltre i suoi due libri Vita del maestro Ricci, Xitai del Grande Occidente, e Sante immagini del Signore del Cielo sono stati presentati a cura della Fondazione Civiltà Bresciana in due riprese, il 13 e il 25 ottobre 2010.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Pur essendo Aleni nativo di Brescia, la sua famiglia era originaria di Leno, nella Bassa Bresciana. Da qui il suo cognome latinizzato: "A Leni" o "A Lenis".

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Pietro Pirri, «ALENIS (Aleni), Giulio (in cinese Ai Ju-lüeh ssu-chi)», in Dizionario Biografico degli Italiani, Volume 2, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1960.
  • Eugenio Menegon (1994): Un solo Cielo. Giulio Aleni S.J. (1582-1649). Geografia, arte, scienza, religione dall'Europa alla Cina, Grafo, Brescia,
  • Ad Dudink "Giulio Aleni and Li Jiubiao", in "Scholar from the West: Giulio Aleni S.J. (1582-1649) and the Dialogue between Christianity and China", T. Lipiello and R. Malek (eds.)
  • Paolo De Troia, a cura di (2009): "ALENI, Giulio, Geografia dei paesi stranieri alla Cina. Zhifang waiji, Traduzione, introduzione e note di Paolo De Troia", Brescia, Fondazione Civiltà Bresciana/Centro Giulio Aleni - contiene: MASINI, Federico, Premessa, pp. 7–10; mons. Luigi Bressan, L'Aleni e il contributo dei primi gesuiti alla cartografia della Cina, pp. 11–15; DE TROIA, Paolo, Introduzione, pp. 17–29; la traduzione del testo in italiano; la riproduzione del testo in cinese; inoltre fuori testo la Mappa dei diecimila paesi (Wangguo quantu).
  • Gianfranco CRETTI e Xiu Feng HUANG, Xiu Feng, a cura di (2011): La Cina nella cartografia da Tolomeo al XVII secolo. I mappamondi di Matteo Ricci e Giulio Aleni, Brescia, Fondazione Civiltà Bresciana “Giulio Aleni” e Fondazione Internazionale “Matteo Ricci” di Macerata, 2011; ISBN 978-88-559-0047-8.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 5738396