Giuliano Volpe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuliano Volpe (Terlizzi, 17 agosto 1958) è un archeologo e accademico italiano.

È professore ordinario di Archeologia cristiana e medievale presso il Dipartimento di studi umanistici dell'Università degli studi di Foggia.

Dal 1º novembre 2008 al 31 ottobre 2013[1] è stato Rettore dell'Università degli studi di Foggia.

Attualmente è Presidente del Consiglio Superiore per i Beni culturali e paesaggistici[2] del MiBACT.[3]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in Lettere classiche all'Università di Bari, ha conseguito il dottorato di ricerca in archeologia della Magna Grecia all'Università di Napoli Federico II e il dottorato in discipline storiche alla Scuola Superiore di Studi Storici di San Marino (Università degli Studi della Repubblica di San Marino).

È socio di numerose società scientifiche. È coordinatore scientifico della Carta dei Beni Culturali della Regione Puglia. Tra il 2010 e il 2012 è stato Presidente del distretto tecnologico D.A.Re.-Distretto Agroalimentare regionale. È stato coordinatore della Commissione per le Biblioteche della Conferenza dei Rettori dal 2011 al 2013.[4] Nel 2012 presenta un progetto [5] all'Associazione Nazionale dei Centri Storici e Artistici che ottiene una menzione d'onore nell'ambito della sezione italiana del Premio Gubbio [6]. Nel 2012 ha fondato e da allora è Presidente della Fondazione Apulia felix onlus[7] costituita da imprenditori che destinano risorse alla cultura e al sociale. L'8 aprile 2014 il ministro Dario Franceschini lo ha nominato Presidente del Consiglio Superiore per i Beni culturali e paesaggistici[2], di cui era componente già dal 2012, su designazione della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. Confermato nel 2014 dalla Conferenza delle Regioni, il 17 febbraio 2015[8] è stato confermato Presidente del Consiglio Superiore[9] per il triennio 2015-2018 dal ministro Franceschini. In questa carica ha fatto seguito a personalità come Salvatore Settis, Andrea Carandini e Francesco Maria De Sanctis. Il 29 agosto 2014 è stato nominato, sempre dal Ministro Dario Franceschini, Presidente della Commissione paritetica Mibact/Comune di Roma che ha prodotto un ampio studio per lo sviluppo e la gestione dell'Area Archeologica Centrale di Roma[10].

Area di specializzazione[modifica | modifica wikitesto]

I suoi interessi di ricerca riguardano le anfore e la ceramica romana, la villa romana e i paesaggi agrari, l'archeologia subacquea e il commercio mediterraneo, l'archeologia dei paesaggi, la cristianizzazione delle città e delle campagne, con particolare riferimento al territorio dell'antica Daunia.

Ha pubblicato oltre 500 contributi (monografie, saggi in riviste nazionali e internazionali, volumi miscellanei, relazioni a convegni, recensioni e articoli a carattere divulgativo).

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Alle Elezioni politiche italiane del 2013 Giuliano Volpe è stato candidato al Senato della Repubblica Italiana nella regione Puglia al secondo posto, come indipendente, per le sue competenze nel campo dei beni culturali e dell'università, della lista Sinistra Ecologia Libertà, il partito di Nichi Vendola[11], la sua candidatura è inclusa tra le 23 persone scelte dall'assemblea nazionale del partito senza passare dal vaglio delle primarie. Il docente risulta essere il primo dei non eletti, risultando essere eletto in Puglia come senatore per Sel il solo capolista Dario Stefano.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • La Daunia nell'età della romanizzazione. Paesaggio agrario, produzione, scambi, ISBN 8872280613, Edipuglia, Bari 1990[12];
  • Contadini, pastori e mercanti nell'Apulia tardoantica, ISBN 8872281652, Edipuglia, Bari 1996[13];
  • Herdonia, un itinerario storico-archeologico, ISBN 8872282357, Edipuglia, Bari 1999, con J. Mertens;
  • Le vie maestre, ISBN 9788872287040, Edipuglia, Bari 2013.
  • Storia e archeologia globale, 1, ed., ISBN 978-88-7228-769-9, Edipuglia, Bari 2015.
  • Patrimonio al futuro. Un manifesto per i beni culturali e il paesaggi, ISBN 978-88-918-0666-9, Electa, Milano 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sito web della CRUI - scheda su Giuliano Volpe
  2. ^ a b Rettore Volpe nuovo membro Consiglio Superiore Beni Culturali e Paesaggistici, in Teleradioerre, 4 maggio 2012. URL consultato il 20 ottobre 2013.
  3. ^ Foggia, vip in posa come detenuti: le foto segnaletiche, su La Repubblica. URL consultato il 23 marzo 2016.
  4. ^ Sito web della CRUI - sezione Biblioteche
  5. ^ http://www.ancsa.org/admin/contents/it/premio-gubbio/2012/archivio2012-si/doc4.pdf
  6. ^ Edizione 2012 - premio gubbio - Sezione italiana - ANCSA - associazione nazionale centri storico artistici
  7. ^ Sito web della Fondazione Apulia felix onlus
  8. ^ beniculturali.it (PDF).
  9. ^ Beniculturali.it.
  10. ^ http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_1842016686.html.
  11. ^ Le teste di lista di Sel | Sinistra Ecologia Libertà
  12. ^ Si vedano le recensioni di M. Silvestrini in Quaderni di Storia 1991, E. Gabba in Athaenum 1992, E. Lippolis in Taras 1991, J.P. Vallat in Annales économie sociétés civilisations 1992, Ph. Desy in Latomus 1993, M. Mazzei in Gnomon 1992, J.R. Patterson in Journal of Roman Studies 1993.
  13. ^ Si vedano le recensioni di Ph. Desy in Latomus 1999; G. Guzzetta in Cassiodorus 1998; E. Gabba in Athenaeum 1998; A. Marcone in Quaderni di Storia 1997

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Foggia Successore
Antonio Muscio 2008 - 2013 Maurizio Ricci
Controllo di autorità VIAF: (EN112013386 · SBN: IT\ICCU\MILV\055201 · BNF: (FRcb129232580 (data)