Giuliano Ricci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giuliano Ricci
arcivescovo della Chiesa cattolica
ArchbishopPallium PioM.svg
 
Incarichi ricopertiArcivescovo di Pisa
Primate di Sardegna e Corsica
 
Nato1389
Elevato arcivescovo23 febbraio 1418
Deceduto26 dicembre 1461
 

Giuliano Ricci (138926 dicembre 1461) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giuliano di Giovacchino, appartenente alla nobile famiglia fiorentina dei Ricci, nacque nel 1389, figlio di Giovacchino di Ugucciozzo di Ardingo dei Ricci e da Lionarda di Piero Benini. Venne consacrato arcivescovo di Pisa nel 1418, succedendo allo zio Pietro e rimanendo a capo dell'arcidiocesi toscana per più di 40 anni[1] fino alla morte sopraggiunta nel 1461.

Durante il suo mandato arricchì la chiesa primaziale delle due cappelle, dedicate rispettivamente a san Grisostomo e san Giuliano[non chiaro], lasciandone il patronato al fratello Giannozzo e ai suoi discendenti, purché vi fosse sempre tra di loro un ecclesiastico appartenente al clero pisano. Il 16 giugno 1459 accolse solennemente il ritorno del corpo del santo pisano Guido della Gherardesca, trasferito dalla vicina Donoratico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Si narra che l'arcivescovo "furibondo andasse per le strade, per le piazze, per le case strappando senza misericordia i figli di braccio alle madri, i fratelli alle sorelle, gridando intanto: vanne, traditore pisano!". In quel periodo, infatti, Pisa era sottoposta al feroce giogo del dominio fiorentino. Tronci, op. cit., p. 239.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Tronci, Annali Pisani, Pisa, Rocco Vannucchi, 1828.
  • Pius Bonifacius Gams, Series episcoporum Ecclesiae catholicae quotquot innotuerunt a beato Petro apostolo, Leipzig, Hiersemann, 1931.
  • Ugolino di Niccolò Martelli, Ricordanze dal 1433 al 1483, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 1989.
  • Mauro Ronzani, RICCI, Giuliano, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 87, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2016. URL consultato il 24 marzo 2018. Modifica su Wikidata

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]