Giuliano Pajetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giuliano Pajetta
Giuliano Pajetta.jpg

Deputato dell'Assemblea Costituente
Gruppo
parlamentare
Comunista
Collegio V (Como)
Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature I, II, III, V
Gruppo
parlamentare
Comunista
Collegio Bologna
Incarichi parlamentari
  • I
    • membro della III commissione giustizia (11 giugno 1948 - 1º luglio 1949)
    • membro della V commissione difesa (1º luglio 1949 - 24 giugno 1953)
    • membro della commissione speciale per l'esame del disegno di legge n. 3077: "Ratifica ed esecuzione degli accordi internazionali per la costituzione della Comunità Europea di Difesa" (3 febbraio 1953 - 24 giugno 1953)
  • II
    • membro della V commissione difesa (1º luglio 1953 - 11 giugno 1958)
    • membro della commissione speciale per l'esame del disegno di legge n. 1946: "Modificazioni e aggiunte alle disposizioni sulla cinematografia" (24 febbraio 1956 - 11 giugno 1958)
  • III
    • membro della III commissione esteri (12 giugno 1958 - 15 maggio 1963)
Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature IV
Gruppo
parlamentare
Comunista

Dati generali
Partito politico Partito Comunista Italiano
Professione Impiegato

Giuliano Pajetta (Torino, 1º ottobre 1915Livorno, 15 agosto 1988) è stato un politico, antifascista e partigiano italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Così come il fratello Gian Carlo entrò in contatto giovanissimo con gli ambienti antifascisti e nel 1931, per evitare l'arresto, fu costretto ad espatriare. Ripara in Francia, poi a Mosca, successivamente in Ucraina ed infine in Crimea.

Torna in Francia nel 1934 e gli viene affidata la direzione dei gruppi giovanili comunisti fra gli emigrati italiani; partecipa alla Guerra civile spagnola e Luigi Longo lo nomina nel 1936 suo aiutante.

Iscrittosi al Partito Comunista Italiano, prese parte alla Resistenza partigiana col nome di Giorgio Camen e venne arrestato dalle SS che lo rinchiusero nel campo di concentramento di Mauthausen (al termine della Seconda guerra mondiale scriverà un libro autobiografico su questa esperienza); fu liberato alla liberazione del lager.

Nel dopoguerra fu un importante dirigente del PCI: venne eletto deputato all'Assemblea Costituente e poi, dal 1948 al 1972, fu membro di uno dei due rami del Parlamento. Responsabile della sezione esteri del comitato centrale del suo partito dal 1958 al 1966, poi dell'Ufficio fabbriche, Giuliano Pajetta diresse dal 1972 al 1981 l'ufficio emigrazione del partito e scrisse diversi libri di memorie.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN35914071 · ISNI (EN0000 0000 6644 9573 · SBN IT\ICCU\CFIV\054397 · LCCN (ENn85344838 · BNF (FRcb121722572 (data) · NLA (EN35765170 · WorldCat Identities (ENn85-344838