Girolamo Marciano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Girolamo Marciano (Leverano, 28 ottobre[1] 1571Leverano, 13 maggio 1628) è stato un medico e letterato italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Leverano, presso Lecce, da Merante (o Merate) e Natalizia Fapane, studiò medicina a Napoli. Dopo essersi dottorato nel 1593, tornò nel suo paese dove si stabilì esercitando la professione medica. Si sposò con Porzia Grande e divenne sindaco di Leverano nel 1627. Morì a Leverano, dove fu sepolto nella cappella di famiglia nella Chiesa Matrice.[2]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Scrisse una dissertazione enciclopedica intitolata Descrizione, origine e successi della provincia di Otranto, in cui riversò le proprie conoscenze umanistiche e scientifiche. La Descrizione, edita in quattro libri, fu pubblicata solo nel 1855 a Napoli. Tale riscoperta e rivalutazione del manoscritto fu dovuta a D. Capasso e F.P. Del Re. Nell'opera sono riconoscibili elementi innovativi per la corografia umanistica: l'uso dell'epigrafia, dell'archeologia, dell'antiquaria e dell'etnologia nell'approccio alla storia e alla geografia; l'esame personale etico e didascalico dei luoghi e lo sviluppo della topografia. Il primo dei quattro libri tratta le intenzioni dell'autore; il secondo alterna informazioni di carattere corografico ad altre divagazioni su natura e costume; il terzo passa in rassegna i centri marittimi e costieri del Salento; mentre il quarto libro descrive le città dell'entroterra. Venivano anche trattati i culti locali, le controversie relative ai patronati e gli usi e i costumi della popolazione.

La Descrizione rappresentò il principale supporto per una folta schiera di viaggiatori e studiosi sette-ottocenteschi come Giovan Battista Pacichelli, Ferdinand Gregorovius, Sigismondo Castromediano e Cosimo De Giorgi.

Codici della Descrizione si conservano presso le Biblioteche nazionali di Bari e Napoli, quelle provinciali di Avellino e Lecce, quelle comunali di Manduria e Taranto e quella pubblica arcivescovile di Brindisi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ la data di nascita è presunta, visto che in tale giorno fu battezzato e ai tempi il battesimo seguiva immediatamente alla nascita
  2. ^ Girolamo Marciano treccani.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN47144945 · ISNI (EN0000 0000 7994 2834 · LCCN (ENnr97045120 · WorldCat Identities (ENnr97-045120
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie