Girolamo della Robbia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Girolamo Della Robbia)
Putto da fontana (1515-1520), Berlino, Bode-Museum

Girolamo della Robbia (Firenze, 1488[1]Parigi, 4 agosto 1566) è stato un ceramista italiano, ultimo figlio di Andrea della Robbia, insieme al fratello Luca Bartolomeo, detto il giovane, fu tra i più attivi collaboratori nella bottega paterna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1517 si trasferì in Francia dove lavorò presso la corte di Francesco I e, nel 1529, lo raggiunse il fratello Luca il Giovane. Nel 1525 tornò a Firenze per qualche tempo a seguito della prigionia di Francesco I (1525-26), o della morte del padre (1525).

Non appena raggiunta la maturità artistica il D. "da alcuni mercanti fiorentini fu condotto in Francia, dove fece molte opere per lo re Francesco ... e per tutto quel regno, acquistandosi fama e bonissime facultà" (Vasari, 1568, II, pp. 182 S.).

Durante questo soggiorno fiorentino (1525-28) realizzò probabilmente un monumentale Crocifisso in terracotta invetriata conservato nella chiesa di San Pietro in Vinculis a San Piero in Bagno (Forlì). Sempre in questi anni, un'altra opera testimonia la presenza e l'attività di Girolamo per la bottega robbiana, lo Stemma Altoviti (1525) del Palazzo Pretorio di Certaldo[2].

Uno dei reperti del Castello di Madrid conservato al Museo Carnavalet di Parigi

Nel 1529 collaborò ad edificare l'imponente Castello di Madrid per Francesco I (distrutto poi nel 1792) con decorazioni in terracotta invetriata: statue, facce, blasoni, corone francesi, colonne, capitelli, stemmi, rosoni, ecc. Modeste decorazioni ad oggi conosciute (alcuni frammenti sopravvissuti alla demolizione del castello), sono conservati al Museo Carnavalet di Parigi, al Museo Nazionale della Ceramica di Sèvres, al Museo del Louvre e in collezioni private.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Secondo alcuni. Altri propongono il 1481
  2. ^ A.GUERRIERI, Araldica robbiana nel Palazzo Pretorio di Certaldo, in Miscellanea Storica della Valdelsa, Anno CXIII n. 1-3 (306-308), Firenze, Polistampa, Gennaio-Dicembre 2007, pp. 95-105.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • L. Fornasari, Liletta Fornasari, Giancarlo Gentilini, I Della Robbia, Skira, 2009
  • AA.VV., I della Robbia e l'arte nuova della scultura invetriata, Catalogo della mostra, Giunti Editore, Firenze 1998
  • Monique Chatenet, Florian Meunier, Alain Prévet, Le château de faïence de François Ier - Les terres cuites émaillées de Girolamo della Robbia au château de Madrid (Bois de Boulogne), Bulletin archéologique nº36 - Paris 2012

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN37801418 · ISNI: (EN0000 0000 6681 9546 · GND: (DE122494849 · ULAN: (EN500114966