Giro dell'Appennino 2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Italia Giro dell'Appennino 2011
Edizione 72ª
Data 10 aprile
Partenza Novi Ligure
Arrivo Genova
Percorso 191 km
Tempo 4h27'47"
Media 42,796 km/h
Valida per UCI Europe Tour 2011
Ordine d'arrivo
Primo Italia Damiano Cunego
Secondo Italia Emanuele Sella
Terzo Colombia Luis Laverde
Cronologia
Edizione precedente
Giro dell'Appennino 2010
Edizione successiva
Giro dell'Appennino 2012

Il Giro dell'Appennino 2011, settantaduesima edizione della corsa, si è svolta il 10 aprile 2011, per un percorso totale di 191 km. La vittoria è stata appannaggio dell'italiano Damiano Cunego che ha terminato la gara in 4h27'47".

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Eseguito il ritrovo al "Serravalle Designer Outlet", la partenza è stata data da Novi Ligure di fronte al Museo dei Campionissimi (Costante Girardengo e Fausto Coppi). Dopo il Passo della Castagnola e la Crocetta d'Orero, la corsa è caratterizzata dalla ascesa del "mitico" Passo della Bocchetta. Dalla sommità mancano 55 km all'arrivo nel corso dei quali sono da affrontare nuovamente il Passo della Castagnola e il Passo dei Giovi rispettivamente a 40 e a 30 km dall'arrivo. Nell'edizione del 2011 del Giro dell'Appennino il traguardo è stato posto a Genova in Via XX Settembre.

Squadre e corridori partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Partecipanti al Giro dell'Appennino 2011.
N. Cod. Squadra
1-8 COG Irlanda Colnago-CSF Inox
11-18 AND Italia Androni Giocattoli
21-28 LAM Italia Lampre-ISD
31-38 ASA Italia Acqua e Sapone
41-48 DER Irlanda De Rosa-Ceramica Flaminia
51-58 UHC Stati Uniti UnitedHealthcare Pro Cycling
61-68 TT1 Stati Uniti Team Type 1-Sanofi Aventis
71-78 ADR Slovenia Adria Mobil
81-88 MIE Italia Miche-Guerciotti
91-98 CEP Colombia Colombia es Pasión-Café de C.
N. Cod. Squadra
101-108 DAN Italia D'Angelo & Antenucci-Nippo
111-118 MKT Croazia Meridiana-Kamen Team
121-128 VBG Austria Team Vorarlberg
131-138 FAR Regno Unito Farnese Vini-Neri Sottoli
141-148 PYB Svizzera Price Your Bike
151-158 WSA Austria WSA-Viperbike Kärnten
161-168 AMO Ucraina Amore & Vita
171-178 OHT Ungheria Ora Hotels-Carrera
181-188 WIT Italia Wit Orologi-Ecologia Ambiente

Resoconto degli eventi[modifica | modifica wikitesto]

Nelle prime battute di corsa si formava un copioso gruppo di fuggitivi, diciotto che andranno assottigliandosi con il passare dei Km e lo scollinamento dei primi due Gpm. Sulla Castagnola e sulla Crocetta d'Orero transitava primo Alessandro Bertolini. La corsa ovviamente si decideva sulla Bocchetta, dove il più veloce fu José Rujano che fermava il cronometro a 22'52". Nella successiva discesa si formava un gruppetto di sette ciclisti, tra i quali ben quattro esponenti della squadra della Androni Giocattoli che però, nonostante vari tentativi, non riuscivano ad evitare la volata nella quale Damiano Cunego si imponeva come da pronostico[1].

Ordine d'arrivo (Top 10)[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Damiano Cunego Lampre-ISD 4h27'47"
2 Italia Emanuele Sella Androni Gioc. s.t.
3 Colombia Luis Laverde Colombia s.t.
4 Venezuela Jackson Rodriguez Androni Gioc. s.t.
SQ Italia Pasquale Muto[2] Miche s.t.
5 Venezuela José Rujano Androni Gioc. s.t.
6 Italia Alessandro De Marchi Androni Gioc. s.t.
7 Italia Giovanni Visconti Farnese Vini a 1'15"
8 Germania Stefan Schumacher Miche s.t.
9 Spagna Ángel Vicioso Androni Gioc. s.t.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Andrea Negro, Cunego trionfa all'Appennino [collegamento interrotto], in Official web site dell'Unione Sportiva Pontedecimo 1907, 10 aprile 2011. URL consultato l'11-4-2011.
  2. ^ Risultato invalidato dal Tribunale Nazionale Antidoping in data 29 luglio 2011, causa positività all'antidoping del ciclista. Si veda ANTIDOPING: Il TNA squalifica Pasquale Muto (ciclismo) per 2 anni e 6 mesi., www.coni.it, 29 luglio 2011. URL consultato il 2 luglio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo