Giro d'Italia 1931

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Italia Giro d'Italia 1931
Giro Italia 1931-map.png
Il percorso
Edizione19ª
Data10 maggio - 31 maggio
PartenzaMilano
ArrivoMilano
Percorso3 001 km, 12 tappe
Tempo102h40'46"
Media29,33 km/h
Classifica finale
PrimoItalia Francesco Camusso
SecondoItalia Luigi Giacobbe
TerzoItalia Luigi Marchisio
Classifiche minori
SquadreItalia Legnano
IsolatiItalia Aristide Cavallini
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Giro d'Italia 1930Giro d'Italia 1932

Il Giro d'Italia 1931, diciannovesima edizione della "Corsa Rosa", si svolse in dodici tappe, dal 10 maggio al 31 maggio 1931, su un percorso di 3 001 km. Fu vinto dall'italiano Francesco Camusso davanti ai connazionali Luigi Giacobbe e Luigi Marchisio.[1] Su 109 partenti, arrivarono al traguardo finale 65 corridori.[2]

Nel 1931 fece la sua comparsa al Giro la maglia rosa (colore della Gazzetta dello Sport), con la funzione di contraddistinguere il leader della classifica generale. Il primo a indossarla fu Learco Guerra, vincitore della prima tappa nella sua Mantova.[1] Nelle settimane seguenti la corsa fu caratterizzata da numerosi colpi di scena e cambi di leadership.

Nella terza tappa da Ravenna a Macerata Guerra perse oltre cinque minuti per una crisi in salita, e cedette la maglia ad Alfredo Binda.[3] Nella sesta tappa, da Napoli a Roma, l'organizzazione, per ravvivare la corsa, fece partire prima i corridori "aggruppati" e, quindici minuti dopo, quelli "isolati". Ettore Meini, un isolato, si aggiudicò la tappa; Binda fu invece coinvolto in una caduta nei pressi dell'ippodromo di Villa Glori, e attardato dovette cedere la maglia a Michele Mara: si ritirerà nella tappa seguente.[4] Proprio nella settima tappa, con arrivo a Perugia, il simbolo del primato passò a Luigi Marchisio, gregario di Binda, che lo mantenne fino al termine della tappa successiva, quando dovette cederlo a Learco Guerra.[2] Nella nona tappa, tra Montecatini Terme e Genova, il mantovano fresco di "rosa" venne però urtato da un tifoso e cadde: ferito al costato dal freno della bicicletta di un altro ciclista, fu costretto al ritiro.[1][5] La maglia tornò quindi a Marchisio, che si giocò la vittoria finale con altri due piemontesi, Luigi Giacobbe, gregario di Guerra, e Francesco Camusso. Dopo che Giacobbe ebbe vestito di rosa a Cuneo, fu Camusso nella seguente Cuneo-Torino a fare la differenza lungo la discesa del Sestriere, aggiudicandosi la tappa dopo una fuga solitaria di oltre 130 km e ipotecando così il successo finale.[4]

Tappe[modifica | modifica wikitesto]

Tappa Data Percorso km Vincitore di tappa Leader cl. generale
10 maggio Milano > Mantova 206 Italia Learco Guerra Italia Learco Guerra
11 maggio Mantova > Ravenna 216 Italia Learco Guerra Italia Learco Guerra
13 maggio Ravenna > Macerata 288 Italia Alfredo Binda Italia Alfredo Binda
15 maggio Macerata > Pescara 234 Italia Alfredo Binda Italia Alfredo Binda
17 maggio Pescara > Napoli 282 Italia Michele Mara Italia Alfredo Binda
19 maggio Napoli > Roma 256 Italia Ettore Meini Italia Michele Mara
21 maggio Roma > Perugia 247 Italia Learco Guerra Italia Luigi Marchisio
23 maggio Perugia > Montecatini Terme 246 Italia Learco Guerra Italia Learco Guerra[5]
25 maggio Montecatini Terme > Genova 248 Italia Michele Mara Italia Luigi Marchisio
10ª 27 maggio Genova > Cuneo 263 Italia Luigi Giacobbe Italia Luigi Giacobbe
11ª 29 maggio Cuneo > Torino 252 Italia Francesco Camusso Italia Francesco Camusso
12ª 31 maggio Torino > Milano 263 Italia Ambrogio Morelli Italia Francesco Camusso
Totale 3 001

Squadre e corridori partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Partecipanti al Giro d'Italia 1931.

Si iscrissero alla corsa 118 ciclisti, 40 in rappresentanza di sette squadre da massimo sette ciclisti, o "aggruppati", e 78 senza squadra, o "isolati".[6][7][8] I partenti effettivi furono 109.[2]

N. Cod. Squadra
1-5 Italia Maino-Clément
6-9, 16-18 Italia Ganna-Dunlop
10-15 Italia Gloria-Hutchinson
19-22 Italia Touring-Pirelli
N. Cod. Squadra
23-29 Italia Legnano-Hutchinson
30-36 Italia Bianchi-Pirelli
37-40 Belgio Olympia-Spiga
61-138 Isolati

Dettagli delle tappe[modifica | modifica wikitesto]

1ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Learco Guerra Maino 6h07'19"
2 Italia Alfredo Binda Legnano s.t.
3 Italia Michele Mara Bianchi s.t.

2ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Learco Guerra Maino 7h.03'10"
2 Italia Fabio Battesini Maino s.t.
3 Italia Michele Mara Bianchi s.t.

3ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Alfredo Binda Legnano 10h16'26"
2 Italia Luigi Giacobbe Maino s.t.
3 Italia Michele Mara Bianchi s.t.

4ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Alfredo Binda Legnano 8h11'03"
2 Italia Learco Guerra Maino s.t.
3 Italia Michele Mara Bianchi s.t.

5ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Michele Mara Bianchi 10h48'18"
2 Italia Learco Guerra Maino s.t.
3 Italia Alfredo Binda Legnano s.t.

6ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Ettore Meini Isolati 7h50'37"
2 Italia Antonio Pesenti Isolati s.t.
3 Italia Renato Scorticati Isolati s.t.

7ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Learco Guerra Maino 7h55'26"
2 Italia Francesco Camusso Gloria a 36"
3 Italia Severino Canavesi Gloria a 1'01"

8ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Learco Guerra Maino 7h48'13"
2 Italia Michele Mara Bianchi a 35"
3 Italia Raffaele Di Paco Maino s.t.

9ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Michele Mara Bianchi 8h58'50"
2 Italia Luigi Giacobbe Maino s.t.
3 Italia Domenico Piemontesi Bianchi s.t.

10ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Luigi Giacobbe Maino 8h58'50"
2 Italia Francesco Camusso Gloria s.t.
3 Italia Aristide Cavallini Isolati s.t.

11ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Francesco Camusso Gloria 8h29'44"
2 Italia Luigi Giacobbe Maino a 3'10"
3 Italia Luigi Marchisio Legnano s.t.

12ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Ambrogio Morelli Bianchi 9h13'23"
2 Italia Ettore Meini Isolati s.t.
3 Italia Aldo Canazza Legnano s.t.

Classifiche finali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica generale - Maglia rosa[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore[9] Squadra Tempo
1 Italia Francesco Camusso Gloria 102h40'46"
2 Italia Luigi Giacobbe Maino a 2'47"
3 Italia Luigi Marchisio Legnano a 6'15"
4 Italia Aristide Cavallini Isolati a 10'15"
5 Italia Ettore Balmamion Isolati a 12'45"
6 Italia Augusto Zanzi Ganna a 12'46"
7 Italia Antonio Pesenti Isolati a 13'50"
8 Italia Ambrogio Morelli Bianchi a 16'59"
9 Italia Felice Gremo Legnano a 27'05"
10 Italia Eugenio Gestri Legnano a 32'25"

Classifica isolati[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore[9] Squadra Tempo
1 Italia Aristide Cavallini Isolati 102h51'01"
2 Italia Ettore Balmamion Isolati a 2'30"
3 Italia Antonio Pesenti Isolati a 3'35"
4 Italia Renato Scorticati Isolati a 40'55"
5 Italia Casimiro Bianchin Isolati a 52'20"

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c 1931, su giroditalia.it. URL consultato il 19 giugno 2020.
  2. ^ a b c (FR) 19ème Giro d'Italia 1931, su memoire-du-cyclisme.eu. URL consultato l'8 giugno 2020.
  3. ^ Con un'offensiva sferrata al momento migliore Binda distacca Guerra di ben cinque minuti, in Il Littoriale, anno V, n. 114, 14 maggio 1931. URL consultato il 19 giugno 2020.
  4. ^ a b Ciclismo, su treccani.it. URL consultato il 19 giugno 2020.
  5. ^ a b Guerra, caduto e ferito, si è ritirato alla Spezia, in Il Littoriale, anno V, n. 124, 26 maggio 1931. URL consultato il 19 giugno 2020.
  6. ^ Gli iscritti, in Il Littoriale, anno V, n. 110, 9 maggio 1931. URL consultato il 19 giugno 2020.
  7. ^ Giro d'Italia 1931, su gazzetta.it. URL consultato il 19 giugno 2020.
  8. ^ Si hanno alcune discordanze tra le fonti in merito alla suddivisione dei ciclisti "aggruppati" tra le squadre. Memoire-du-cyclisme riporta una formazione Nazionale di quattro elementi francesi al via; Il Littoriale e Gazzetta.it riportano tre dei quattro francesi (escluso Faure, che non risulta tra i partenti) al via come parte della formazione Ganna-Dunlop. Inoltre, Gazzetta.it e Memoire-du-cyclisme riportano gli spagnoli Cañardo e Montero al via con i colori Olympia-Spiga (riportata anche come Alcyon-Dunlop o Alcyon-Olympia-Spiga), mentre Il Littoriale li riporta, in più articoli, come componenti della Bianchi-Pirelli.
  9. ^ a b Il XIX Giro d'Italia, ricco di lotte e d'imprevisti, si è chiuso con la vittoria del "garibaldino" Camusso, in Il Littoriale, anno V, n. 129, 1º giugno 1931. URL consultato il 19 giugno 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pier Bergonzi, Elio Trifari (a cura di), Un secolo di passioni - Giro d'Italia 1909-2009, Il libro ufficiale del centenario, Milano, Rizzoli, 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo