Girlfriend (Michael Jackson)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Girlfriend
ArtistaMichael Jackson
Tipo albumSingolo
Pubblicazione16 luglio 1980
Durata3:05
Album di provenienzaOff the Wall
Dischi1
Tracce2
GenereRhythm and blues
Pop
Soft rock
EtichettaEpic Records
ProduttoreQuincy Jones
Registrazione1979
Formativinile 7"
Michael Jackson - cronologia
Singolo precedente
(1980)
Singolo successivo
(1981)

Girlfriend è una canzone scritta dal cantante britannico Paul McCartney e interpretata dal cantante statunitense Michael Jackson ed estratta il 16 luglio 1980 come quinto ed ultimo singolo dall'album Off the Wall (1979) di Jackson. La canzone, nel 1978, fu inizialmente inserita anche nell'album dei Wings, gruppo di Paul McCartney, intitolato London Town.

Fu la prima collaborazione tra Jackson e l'ex Beatle, che successivamente lavorarono insieme nel 1982 in The Girl Is Mine nell'album Thriller di Jackson e nelle due canzoni di McCartney Say Say Say e The Man, contenute nell'album del 1983 di quest'ultimo, intitolato Pipes of Peace. Secondo alcune versioni, la loro amicizia sarebbe terminata nel 1985, quando Jackson comprò la ATV Music Publishing e quindi anche i diritti di 250 canzoni dei Beatles, amicizia comunque riallacciata diversi anni più tardi.[1][2][3]

Il brano nel Regno Unito raggiunse la posizione numero 41 nella classifica dei singoli.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La canzone venne scritta da Paul McCartney con l'aiuto dell'allora moglie, Linda McCartney, con in mente proprio il piccolo Michael Jackson dell'era Motown. Come raccontato nella sua autobiografia, Moonwalk (1988), Jackson incontrò per la prima volta brevemente McCartney ad una festa privata sulla Queen Mary ancorata a Long Beach ma i due non ebbero modo di parlare di progetti musicali insieme. In seguito, nel giugno del 1976, quando McCartney era in tour con i Wings nel tour Wings over America, Paul arrivò con la famiglia a Los Angeles e qui invitarono Jackson, allora diciassettenne e che aveva appena abbandonato la Motown, di nuovo ad una festa, questa volta nella tenuta di Harold Lloyd. Jackson raccontò così l'incontro e la genesi del brano[4]:

«Ci stringemmo le mani di fronte a una folla gigantesca e lui mi disse: "Sai, ho scritto una canzone per te". Rimasi di stucco e lo ringraziai. E fu proprio in quella occasione che cantò Girlfriend. Ci scambiammo quindi i nostri numeri telefonici promettendoci di ritrovarci presto; per impegni diversi e per le cose di tutti i giorni ci risentimmo soltanto dopo due anni. [McCartney] Finì per inserire quella canzone nel suo LP London Town. [...] Quincy venne da me un giorno per dirmi: "Michael, ho una canzone perfetta per te". Mi suonò Girlfriend senza sapere, naturalmente, che Paul l'aveva scritta proprio per me. Quando glielo dissi rimase di stucco e compiaciuto. La registrammo immediatamente e la inserimmo nell'album.»

(Michael Jackson, Moonwalk, 1988)

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Versione vinile 7" per il Regno Unito[modifica | modifica wikitesto]

  1. Girlfriend (Album Version) – 3:05 (Paul McCartney)
  2. Bless His Soul (Album Version) – 4:57 (The Jacksons)

Lato B[modifica | modifica wikitesto]

Nel lato B è presente il brano Bless His Soul dall'album dei Jacksons Destiny, del 1978, interpretato nel singolo dal solo Michael Jackson.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Paese Posizione massima
Nuova Zelanda 49[5]
(UK) Official Singles Chart 41[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Zack O'Malley Greenburg, Buying The Beatles: Inside Michael Jackson's Best Business Bet, su Forbes, 2 giugno 2014.
  2. ^ Dan Rys, A Brief History of the Ownership of the Beatles Catalog, su Billboard, 20 gennaio 2017.
  3. ^ Rockol com s.r.l, √ Paul McCartney e Michael Jackson fanno pace nel nome di Linda, su Rockol. URL consultato il 1º ottobre 2019.
  4. ^ Michael Jackson, Moonwalk (autobiografia), Doubleday, 1º febbraio 1988, pp. 119,120, ISBN 978-0099547952.
  5. ^ charts.org.nz - Michael Jackson - Girlfriend, su charts.nz. URL consultato il 14 agosto 2019.
  6. ^ Michael Jackson | full Official Chart History | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 14 agosto 2019.


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]