Girgis Giorgio Sorial

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giorgio Sorial
Sorial.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVII
Circoscrizione IV (Lombardia 2)
Incarichi parlamentari
  • XVI Legislatura
    • Vicepresidente della V commissione (bilancio, tesoro e programmazione) dal 7 maggio 2013
    • Vicepresidente della commissione speciale per l'esame di atti del governo dal 26 marzo 2013 al 7 maggio 2013
    • Componente della commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza dal 19 luglio 2013 al 30 ottobre 2014

Dati generali
Partito politico Movimento 5 Stelle
Titolo di studio laurea in Ingegneria dell'informazione curricula ingegneria elettronica, master universitario di I livello in Business administration
Professione Consulente aziendale

Girgis Giorgio Sorial (Brescia, 12 luglio 1983) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sorial (1).jpg

Nato a Brescia, figlio di genitori egiziani, si è diplomato all'Istituto Tecnico Industriale Statale "B. Castelli" della stessa città. Si è laureato in Ingegneria all'Università degli Studi di Brescia con una tesi sperimentale sulla normativa 2002/95/CE (chiamata comunemente RoHS dall'inglese: Restriction of Hazardous Substances Directive, restrizione nell'uso di sostanza nocive nei processi per la produzione di dispositivi elettrici e elettronici). Ha lavorato in campo ingegneristico dell'automazione per qualche anno, approdando poi all'ambito commerciale internazionale delle stesse aziende dove lavorava, grazie soprattutto alle doti interpersonali e linguistiche (oltre all'Italiano parla correttamente Inglese, Francese e Arabo, quest'ultima in virtù dell'origine egiziana della propria famiglia di religione cristiana copta ortodossa).

Nel 2010 si trasferisce temporaneamente in Irlanda, dove intraprende gli studi post universitari e nel 2011 consegue il Master of Business Administration presso Il Trinity College di Dublino.

In seguito al rientro in Italia viene assunto come consulente esperto in processi e organizzazione strategica dalla filiale irlandese di una società di consulenza internazionale.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 si iscrive al Meetup Amici di Beppe Grillo di Brescia. Nel 2010 è candidato come consigliere regionale per il Movimento 5 Stelle alle elezioni regionali lombarde del 2010.

Alle elezioni politiche del 2013 viene eletto deputato della XVII legislatura della Repubblica Italiana nella circoscrizione IV Lombardia 2 per il Movimento 5 Stelle. Fa parte della commissione parlamentare bilancio tesoro e programmazione di cui è Vicepresidente.

Il 12 maggio 2015 è eletto vice-capogruppo vicario del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, mentre dal 5 agosto 2015 è il nuovo capogruppo.

Schermata 2016-03-29 alle 19.00.37.png

Attività parlamentare[modifica | modifica wikitesto]

Appena eletto entra a far parte della commissione speciale per l'esame degli atti del governo di cui viene eletto vicepresidente, unica commissione in funzione con lo scopo di esaminare gli atti del governo uscente fintanto che non vengono convocate le commissioni permanenti.

Alla formazione delle commissioni permanenti entra a far parte della V Commissione Bilancio, tesoro e programmazione, di cui ne diviene vicepresidente.

Dal 19 luglio 2013 è anche componente della commissione parlamentare per l'Infanzia e l'adolescenza, fino al 30 ottobre 2014.

Tra le sue proposte di legge figura "Disposizioni in materia di acquisto e dismissione delle autovetture di servizio o di rappresentanza delle pubbliche amministrazioni" ossia l'abolizione delle cosiddette auto blu, approvata alla Camera dei Deputati in data 15 Marzo 2016[1] e la proposta di legge di modifica alla legge 24 dicembre 2012, n. 243, in materia di equilibrio dei bilanci e ricorso all'indebitamento per operazioni relative alle partite finanziarie (2923) .

Impegnato anche su altri fronti non prettamente economico-finanziari, è intervenuto in svariate occasioni per denunciare l'inquinamento ambientale di Brescia[2][3], arrivando a portare nell'aula di Montecitorio un campione di acqua inquinata da Cromo esavalente[4] e presentando vari atti parlamentari per la risoluzione del caso Caffaro.

Molto attivo anche in difesa delle piccole e medie imprese del territorio, con le quali ha un rapporto costante.[5][6][7]

Dal 5 agosto 2015 fino al 5 dicembre 2015 è capogruppo e portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati.

Procedimenti giudiziari[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 gennaio 2014 la procura di Roma apre nei suoi confronti un'indagine per offesa all'onore e al prestigio del capo dello Stato per una frase pronunciata il giorno prima in conferenza stampa:[8][9]

« Il boia Napolitano sta avallando una serie di azioni per cucire la bocca all'opposizione e tagliarci la testa. Ha messo una tagliola sulle opposizioni. »

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Auto blu, ok della Camera a ddl M5s-maggioranza: reato usarla per tragitto tra casa e l'ufficio, su Il Fatto Quotidiano. URL consultato il 29 marzo 2016.
  2. ^ Cromo dai rubinetti di Brescia e Valtrompia. Serata del M5S a Concesio, su www.radiovera.net. URL consultato il 29 marzo 2016.
  3. ^ Fonderie ed emissioni di Pcb nell’aria «subito una legge che fissi i limiti», su Corriere della Sera. URL consultato il 29 marzo 2016.
  4. ^ Da Sorial (M5S) acqua «al Cromo VI» al sottosegretario - Giornale di Brescia, su Giornale di Brescia. URL consultato il 29 marzo 2016.
  5. ^ Meetup Bergamo Movimento 5 Stelle, su Meetup. URL consultato il 29 marzo 2016.
  6. ^ M5S Brescia incontra le PMI in Val Trompia - Lombardia 5 Stelle, su www.beppegrillo.it. URL consultato il 29 marzo 2016.
  7. ^ IL #M5S INCONTRA LE #PMI - Brescia, su www.beppegrillo.it. URL consultato il 29 marzo 2016.
  8. ^ Deputato dei Cinque Stelle Sorial indagato per vilipendio del capo dello Stato, ilfattoquotidiano.it. URL consultato il 29 gennaio 2014.
  9. ^ M5S: “Il boia Napolitano vuole cucire la bocca alle opposizioni”, ilfattoquotidiano.it. URL consultato il 29 gennaio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati Successore
Francesca Businarolo dal 5 agosto 2015 in carica