Giovanni da Vigo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni da Vigo

Giovanni da Vigo (Rapallo, 1450Roma, 1525) è stato un medico e chirurgo italiano.

Vita[modifica | modifica wikitesto]

Secondo alcuni testi storici nacque intorno al 1450 a Rapallo - nel Golfo del Tigullio - da una famiglia radicata nel territorio e presente in molteplici atti notarili e carte varie dell'epoca. Originariamente si pensò a Genova come vero luogo natio, ma l'ipotesi fu in seguito smentita poiché in alcuni documenti - tra le quali una dedica della seconda parte della sua opera Practica chirurgica al medico Giovanni Antracino da Macerata - lo stesso Giovanni da Vigo si dichiara nativo de Rapalo.

In età giovanile proseguì i suoi primi studi sulla medicina dapprima presso l'Ospedale di Pammatone di Genova e in seguito si trasferì a Saluzzo (CN) che già ospitava diversi e illustri medici dell'epoca tra cui un certo Battista da Rapallo, medico chirurgo litotomo che s'inserì al servizio dei Marchesi di Saluzzo. Sul rapporto tra Battista e Giovanni da Vigo alcuni testi dello storico Vincenzo Malacarne (1774-1816) riferiscono che Giovanni fosse in realtà figlio del Battista, ma studi più recenti dello storico Pietro Berri smentiscono tale rapporto familiare; secondo il Berri Giovanni si trasferì nella città piemontese solo per trarre insegnamento medico dal Battista suo concittadino.

In data non conosciuta, le fonti storiche su questo periodo sono frammentarie o scarse, si trasferì a Genova dove iniziò ad esercitare la sua professione di medico chirurgo[1]. Dal capoluogo genovese, dove rimase per un periodo che va dal 1487 al 1495, si spostò a Savona al servizio del cardinale Giulio della Rovere che nel 1503 fu eletto al soglio pontificio con il nome di papa Giulio II.

Da Vigo si trasferì anch'egli a Roma dove divenne l'archiatra[2] del pontefice fino al 1513, anno in cui Giulio II morì. Secondo alcuni storici continuò a vivere nella città capitolina fino alla sua morte avvenuta nel 1525.

A Giovanni da Vigo è intitolato il liceo classico di Rapallo.

Gli studi[modifica | modifica wikitesto]

Nei vari studi medici approfondì e studiò la traumatologia bellica - in particolare le ferite da arma da fuoco -, la legatura dei vasi sanguigni e iniziò i primi studi in Italia della malattia della sifilide. Su quest'ultima concentrò le prime cure mediche utilizzando fumigazioni di cinabro e del deutossido di mercurio sulle ulcere, rimedio medico che all'epoca assunse la denominazione di polvere rossa di Gian de Vigo.

Descrisse lo sfondamento del cranio nei bambini e la frattura del tavolato interno negli adulti[3].

Secondo lo storico Giovanni Battista Pescetto approfondì inoltre lo studio della botanica durante il suo soggiorno a Genova tra il 1487 e il 1495, in particolare alla ricerca di erbe medicinali da impiegare per nuove terapie.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Tra le opere principali di Giovanni da Vigo furono pubblicate diversi saggi nel campo medico - chirurgico quali la Practica copiosa in arte chirurgica ad filium Aloisium scritta e pubblicata durante il suo soggiorno a Roma alla corte papale di Giulio II.

La pratica fu redatta più volte negli anni successivi principalmente in lingua latina (Pavia 1514; Lione 1516; 1518; 1519; 1528; 1532; 1534; 1538; 1561), in lingua tedesca (Grosse Wundarzney, Norimberga 1677), in francese a Parigi (1530) e Lione (1515; 1537), in lingua italiana a Venezia (1540; 1576; 1582; 1560; 1568; 1598; 1610; 1639) e in spagnolo 1627. Nella Pratica copiosa Da Vigo descrisse le ferite d’arma da fuoco e la sifilide, due tematiche che non erano ancora state affrontate da un chirurgo[4].

Nel 1517 farà seguito la seconda opera Practica in arte chirurgica compendiosa.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maria Angela Bacigalupo, Giovanni Da Vigo. Un rapallese illustre per un liceo moderno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ M. E. Ring, Giovanni da Vigo--surgeon and dentist to the Pope, in Bulletin of the History of Dentistry, vol. 16, n. 1, 1968-01, pp. 2–8. URL consultato il 16 marzo 2021.
  2. ^ Neil McIntyre, Medical statues. Giovanni da Vigo (1450-1525), in Journal of Medical Biography, vol. 11, n. 3, 2003-08, pp. 149, DOI:10.1177/096777200301100308. URL consultato il 16 marzo 2021.
  3. ^ I chirurghi del Rinascimento, su Cura e Comunità, 25 febbraio 2018. URL consultato il 16 marzo 2021.
  4. ^ I chirurghi del Rinascimento, su Cura e Comunità, 25 febbraio 2018. URL consultato il 16 marzo 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN73959641 · ISNI (EN0000 0000 6633 3300 · SBN IT\ICCU\BVEV\027123 · LCCN (ENn82257959 · GND (DE128765224 · BNF (FRcb12512696h (data) · BAV (EN495/331948 · CERL cnp01233713 · WorldCat Identities (ENlccn-n82257959