Giovanni da Piamonte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni da Piamonte (... – ...) è stato un pittore italiano attivo in Toscana nel XV secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Non sono noti né luogo né data di nascita, ma dato il cognome si presume nato a Piamonte nei pressi dell'attuale Pontassieve in provincia di Firenze.

La sua prima opera certa è una Vergine con Bambino del 1456 ritrovata nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Città di Castello. Si tratta anche della solo opera chiaramente attribuita al pittore toscano.

Qualche sua traccia e accostamento si trova in alcune cronache riguardanti Piero della Francesca, durante il suo soggiorno ad Arezzo, dove Giovanni viene spesso citato come suo collaboratore-allievo. Alcuni storici dell'arte lo accreditano di aver collaborato alla realizzazione del grande affresco che Piero della Francesca realizzò nella Basilica di San Francesco ad Arezzo intorno alla metà del XV secolo, ed in particolare di Tortura dell'ebreo, Sollevamento del legno della Croce e Adorazione del sacro legno e incontro tra Salomone e la Regina di Saba.

Altro suo affresco si trova nel Tempietto del Santo Sepolcro sito in una cappella della Chiesa di San Pancrazio a Firenze.

La chiesa di Santa Maria del Carmine, sita nella frazione Morrocco di Tavarnelle Val di Pesa, contiene un altro affresco a lui attribuito. In ogni caso la maggior parte degli affreschi che potrebbero essere a lui attribuiti si trovano a Città di Castello dove dovette operare in prevalenza.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]