Giovanni XXIII (metropolitana di Catania)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Logo metropolitana di Catania.svg Giovanni XXIII
Foto-Giovanni XXIII.jpg
Ingresso principale della stazione Giovanni XXIII
Stazione della metropolitana di Catania
Gestore FCE
Inaugurazione 2016
Linea metropolitana di Catania
Localizzazione Piazza Papa Giovanni XXIII
Tipologia Stazione sotterranea
Interscambio stazione di Catania Centrale
Dintorni Stazione ferroviaria, centro fieristico "Le Ciminiere", ufficio postale, corso dei Martiri della Libertà, via VI Aprile,viale Africa,viale della Libertà
Mappa di localizzazione: Catania
Giovanni XXIII
Giovanni XXIII
Metropolitane del mondo

Coordinate: 37°30′28.8″N 15°05′57.48″E / 37.508°N 15.0993°E37.508; 15.0993

Metropolitana di Catania
White dot.svg  Monte Po In costruzione
White dot.svg  Fontana In costruzione
 Logo FCE Automotrice ADe 18 'La Prima'.jpg Parking icon.svg White dot.svg  Nesima
White dot.svg  San Nullo
 Logo FCE Automotrice ADe 18 'La Prima'.jpg White dot.svg  Cibali In costruzione
 Parking icon.svg White dot.svg  Milo
 Logo FCE Automotrice ADe 18 'La Prima'.jpg White dot.svg  Borgo
White dot.svg  Giuffrida
White dot.svg  Italia
White dot.svg  Galatea
Italian traffic signs - icona stazione fs.svgGiovanni XXIII  White dot.svg White dot.svg  Porto Italian traffic signs - icona porto.svg
Stesicoro  White dot.svg
San Domenico In costruzione  White dot.svg
Vittorio Emanuele In costruzione  White dot.svg
Palestro In costruzione  White dot.svg

Giovanni XXIII è una stazione della metropolitana di Catania posta sulla tratta metropolitana a doppio binario, che si discosta dal vecchio tracciato di superficie, da Galatea all'aeroporto, penetrando all'interno del centro cittadino.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione iniziò nel novembre del 2001[1] con uno scavo di penetrazione a cielo aperto sulla parte a nord-est dell'omonima piazza. I lavori furono ritardati da varie vicende tecniche ed economiche[2]. Il tratto da Galatea a Giovanni XXIII subì una prima interruzione degli scavi a causa di una condotta fognaria non prevista nel progetto esecutivo. Nel 2003, ripresi i lavori, vennero interrotti a causa di una ristrutturazione edilizia che aveva consolidato le fondamenta di un edificio in viale Africa non tenendo conto della prossimità degli scavi della galleria; per non minare la stabilità della struttura si dovette riprogettare il tratto di galleria, bandendo un nuovo appalto, con ulteriore allungamento dei tempi di costruzione. Tale tratto di tunnel fu ultimato nel 2015[3] impiegando una tecnica avanzata, che riduceva le sollecitazioni agli edifici sovrastanti. Il tunnel fu allacciato al tratto Borgo-Galatea e Giovanni XXIII-Stesicoro nel 2016. La fermata venne ultimata nei primi giorni di dicembre 2016[4] ed inaugurata il 20 dicembre dello stesso anno[5].

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è la più grande tra quelle esistenti (al 2017); le uscite principali portano alla sovrastante piazza tramite rampe di scale fisse e mobili e ascensori, ultimata ed inaugurata contestualmente alla nuova tratta Borgo-Nesima il 30 Marzo 2017[6][7]. Altre uscite portano sul marciapiede sud di Viale Africa, tramite un breve sottopassaggio pedonale.

L'edificio si sviluppa su tre livelli, il primo in superficie dove si trovano gli accessi, il secondo è costituito da un grande atrio dove sono presenti i tornelli di accesso, i distributori automatici di titoli di viaggio ed alcuni locali commerciali; da qui tramite due rampe di scale fisse e mobili ed ascensori si raggiunge il terzo livello dove sono presenti le banchine di accesso alle carrozze; questi due ultimi livelli si trovano sottoterra. I colori identificativi dei rivestimenti sono il bianco ed il grigio, e richiamano la bicromia tipica del barocco etneo; le insegne sono color turchese.

Criticità[modifica | modifica wikitesto]

Con l'inaugurazione, è stata soppressa la fermata di Stazione FS all'interno della stazione centrale RFI posta al margine del fascio binari e raggiungibile attraverso apposito sottopassaggio. Questo ha creato una criticità nell'interscambio tra le due infrastrutture, che adesso avviene all'esterno di P.zza Giovanni XXIII, costringendo i viaggiatori ad uscire in superficie e percorrere un ampio tratto di marciapiede scoperto esposto alle intemperie.

In progetto è prevista la creazione di un sottopasso pedonale tra la fermata metropolitana e la futura stazione interrata di Catania Centrale nell'ambito del riammodernamento del passante ferroviario di Catania.

Nodo di scambio "Giovanni XXIII"[modifica | modifica wikitesto]

La fermata è il più importante nodo intermodale dell'intera linea e permette l'interscambio viaggiatori, tramite la stazione di Catania Centrale, con i servizi ferroviari a lunga percorrenza e regionali[8] e, nella stessa piazza, con gli autobus urbani AMT dei quali si trova il capolinea nº 4[9](linee 1/4, 2/5, 4/7, 429, 431N, 431R, 432, 439, 443, 448, 449, 530, 534, 536, 556, 628N, 628R, 925, 927, 932, ALIBUS, L-EX, s2) e, nelle autostazioni adiacenti con gli autobus suburbani ed extraurbani dell'Azienda Siciliana Trasporti (AST)[10], della Interbus[11], della SAIS[12], della Baltour[13] e della Eurolines[14] con collegamenti regionali, nazionali ed internazionali.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione dispone di:

Interscambio[modifica | modifica wikitesto]

  • Stazione ferroviaria Stazione ferroviaria di Catania Centrale
  • Fermata autobus Autostazione bus urbani dell'AMT
  • Fermata autobus Autostazione bus suburbani ed extraurbani (AST, Interbus)
  • Fermata autobus Autostazione bus regionali, nazionali ed internazionali (SAIS, Interbus, Baltour, Eurolines)
  • Stazione taxi Stazione taxi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Archivio Storico - Ricerca, su archiviostorico.lasicilia.it. URL consultato l'11 febbraio 2017.
  2. ^ Metropolitana di Catania, in Mobilita Catania, 20 dicembre 2016. URL consultato l'11 febbraio 2017.
  3. ^ mobilita.org, Il 22 aprile 2015 viene abbattuto l'ultimo diaframma del "nodo fastweb", 5 maggio 2016. URL consultato l'11 febbraio 2017.
  4. ^ redazionale, Metro Stesicoro, apertura fissata per lunedì prossimo. A inaugurarla il sindaco Bianco e il ministro Delrio, in Giornale di Sicilia, 9 dicembre 2016. URL consultato il 10 dicembre 2016.
  5. ^ Apertura tratta metropolitana Galatea-Stesicoro al pubblico esercizio, Ferrovia Circumetnea, 19 dicembre 2016. URL consultato il 20 dicembra 2016 (archiviato dall'url originale il 23 dicembre 2016).
  6. ^ Catania, Delrio inaugura stazione metro: "Questa è l'Italia normale", in Repubblica.it, 30 marzo 2017. URL consultato il 15 aprile 2017.
  7. ^ Catania, Delrio inaugura tratta metro "Nesima-Giovanni XXIII". URL consultato il 15 aprile 2017.
  8. ^ Acquista il biglietto con le nostre offerte - Trenitalia, su www.trenitalia.com. URL consultato l'11 febbraio 2017.
  9. ^ Percorsi e Orari – Amt, su www.amt.ct.it. URL consultato l'11 febbraio 2017.
  10. ^ AST - Azienda Siciliana Trasporti, su www.aziendasicilianatrasporti.it. URL consultato l'11 febbraio 2017.
  11. ^ Interbus Autolinee, Autolinee Interbus | Segesta | Etna Trasporti | Sicilbus, su www.etnatrasporti.it. URL consultato l'11 febbraio 2017.
  12. ^ SAIS Autolinee, su www.saisautolinee.it. URL consultato l'11 febbraio 2017.
  13. ^ » Autolinee Baltour - Baltour.it, su www.baltour.it. URL consultato l'11 febbraio 2017.
  14. ^ » Autolinee Eurolines, Autobus in Europa, prenotazioni e offerte online - Eurolines.it, su www.eurolines.it. URL consultato l'11 febbraio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Capolinea Stazione precedente Metropolitana di Catania Stazione successiva Capolinea
nesima TriangleArrow-Left.svg Galatea Pfeil links.svg Giovanni XXIII Pfeil rechts.svg Stesicoro TriangleArrow-Right.svg palestro