Giovanni Tacci Porcelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Tacci Porcelli
cardinale di Santa Romana Chiesa
Giovanni Tacci Porcelli.jpg
Template-Cardinal.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato12 novembre 1863 a Mogliano
Ordinato presbitero18 settembre 1886
Nominato vescovo18 marzo 1895 da papa Leone XIII
Consacrato vescovo5 maggio 1895 dal cardinale Amilcare Malagola
Elevato arcivescovo10 marzo 1905 da papa Pio X
Creato cardinale13 giugno 1921 da papa Benedetto XV
Deceduto30 giugno 1928 (64 anni) a Roma
 

Giovanni Tacci Porcelli (Mogliano, 12 novembre 1863Roma, 30 giugno 1928) è stato un cardinale e arcivescovo italiano della Chiesa cattolica, nominato da papa Benedetto XV il 13 giugno 1921 con il titolo di Santa Maria in Trastevere.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Mogliano, in arcidiocesi di Fermo, dal professor Luigi Tacci e Maria Monti Guarnieri, frequentò il seminario della diocesi di Tolentino. Ordinato prete nel 1886 per la diocesi di Roma, in giovanissima età venne consacrato vescovo dal cardinale Amilcare Malagola e dal 1895 al 1904 fu vescovo di Città della Pieve.

In seguito fu arcivescovo titolare di Nicea, delegato apostolico a Costantinopoli e vicario per i cattolici di rito latino (1904-1907), nunzio apostolico in Belgio (1907-1911), internunzio nei Paesi Bassi (1911-1916). Fino al 1910 mantenne anche la carica di amministratore della diocesi di Città della Pieve.

Dal 1916 fu prefetto della Casa Pontificia e dal 1918 prefetto dei Sacri Palazzi.

Il 10 settembre 1922 fu, insieme al cardinale Vittorio Amedeo Ranuzzi de' Bianchi, il primo cardinale a volare, per recarsi a Loreto a bordo di un Caproni pilotato dal colonnello Armani per un convegno in onore della Madonna di Loreto, patrona degli aviatori.

Dal 1922 al 1927 fu segretario della Congregazione per le Chiese Orientali, in tale veste, nella chiesa romana dei Santi Ambrogio e Carlo, conferì, il 19 marzo 1925, la consacrazione episcopale a Angelo Giuseppe Roncalli (il futuro papa Giovanni XXIII), arcivescovo titolare eletto di Areopoli, visitatore apostolico in Bulgaria.

Morì a Roma il 30 giugno 1928 all'età di 64 anni. Dopo le esequie, la salma venne tumulata nel sacello di Propaganda Fide nel cimitero del Verano.

Genealogia episcopale e successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Città della Pieve Successore BishopCoA PioM.svg
Paolo Gregori 18 marzo 1895 - 10 marzo 1905 Giuseppe Angelucci
Predecessore Arcivescovo titolare di Nicea Successore Archbishop CoA PioM.svg
Rafael Merry del Val y Zulueta 10 marzo 1905 - 13 giugno 1921 Jules Tiberghien
Predecessore Nunzio apostolico in Belgio Successore Emblem Holy See.svg
Antonio Vico 31 dicembre 1907 - 29 aprile 1911 Achille Locatelli
Predecessore Internunzio apostolico nei Paesi Bassi Successore Emblem Holy See.svg
Francesco Capaccini 29 aprile 1911 - 8 dicembre 1916 Achille Locatelli
Predecessore Maestro di Camera della Corte Pontificia Successore Emblem Holy See.svg
Pietro Gasparri 30 ottobre 1918 - 30 giugno 1921 Camillo Caccia Dominioni
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria in Trastevere Successore CardinalCoA PioM.svg
James Gibbons 16 giugno 1921 - 30 giugno 1928 Pedro Segura y Sáenz
Predecessore Segretario della Congregazione per le Chiese Orientali Successore Emblem Holy See.svg
Nicolò Marini 8 agosto 1922 - 1º gennaio 1927 Luigi Sincero
Controllo di autoritàVIAF (EN193070455 · BAV (EN495/347017